Cronaca

La democrazia diretta

La democrazia diretta

di Andrea Abate

I referendum abrogativi si terranno il 12 ed il 13 giugno di questo anno, il 2011. Sono quattro e riguardano il legittimo impedimento (su iniziativa dell’Italia dei Valori), l’energia nucleare (su iniziativa dell’Italia dei Valori e degli ambientalisti), il decreto Ronchi sulla privatizzazione dell’acqua (su iniziativa civica del Forum Italiano dei movimenti per l’acqua) e modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica. Per ciò che riguarda la data, era possibile fissare una data tra il 15 aprile ed il 15 giugno. Il referendum non è stato accorpato con le elezioni amministrative del 15 e 16 maggio. L’ accorpamento avrebbe assicurato un cospicuo risparmio per lo Stato ed un quorum assicurato per i referendum. Non è dato conoscere quale sia l’ effettiva motivazione per il non-accorpamento, alcuni parlano di “tradizione italiana” altri invece sostengono la scelta di date distaccate per problemi di ordine pubblico. Fatto sta che si sarebbe potuto mirare all’economicità, accorpandole, alleggerendo e non appesantendo le tasche dei contribuenti.

Tuttavia, in questi ultimi giorni il governo pare voler dare una spallata alla consultazione popolare referendaria, con la moratoria sull’energia nucleare prima, e con quella sulla privatizzazione dell’acqua poi. Tralasciando quelle che possano essere le opinioni personali, tutto ciò, appare oggettivamente ostruzionistico del c.d. “diritto al referendum” che, come viene definito dai costituzionalisti,  “è una fonte del diritto primaria che vincola i legislatori al rispetto della volontà del popolo”. Il referendum è lo strumento principe della democrazia, il più diretto, il più potente. Lo stesso filosofo-scrittore ginevrino Jean-Jacques Rousseau, definisce il referendum come uno strumento di democrazia diretta, senza intermediari. Rinunciare ad un referendum potrebbe significare rinunciare ad uno strumento attraverso cui si realizza, di fatto, la sovranità popolare di cui la nostra stessa carta costituzionale italiana ci parla.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it