Economia e Diritto

Nati perdenti, morti sconfitti.

Nati perdenti, morti sconfitti.

di Andrea Abate
Una volta gli uomini (“nati liberi”) combattevano tra di loro per conquistare la terra con le armi, con le mani, con la forza. Oggi gli uomini combattono tra di loro per la terra con i soldi, comprando. Quindi indirizzano i loro sforzi alla conquista di posizioni di rilievo che garantiscano la migliore remunerazione possibile. E’ così che oggi combattono per conquistare PROPRIETA’ PRIVATA. Garante di ciò è lo Stato, che ha cambiato le regole del gioco.

Il problema è che tutto è determinato da graduatorie, e ciò che determina le graduatorie sono i sistemi di valutazione. Ecco, un problema della nostra società è il “sistema di valutazione”, che è sbagliato, scorretto, incompleto, insufficiente e superficiale in ogni ambito. Questo ignora tantissimi aspetti: è come se uno Stato fosse esclusivamente valutato solo per il livello del PIL. La soluzione migliore sarebbe quella di abolire lo Stato e la proprietà privata. Ma per fare ciò gli uomini dovrebbero essere tutti perfettamente civilizzati o (meglio secondo me) “NATURALI”.

La seconda soluzione sarebbe quella di migliorare i sistemi di valutazione. Ma questi non sono perfezionabili finchè coloro che debbono stabilire o decidere non saranno “civilmente completi” o “NATURALI”.

Si potrebbe affidare il giudizio alle macchine, macchine di altissimo livello, ma matrix è ancora lontana per noi. Per questo solo dopo la morte, nell’ipotetico altro mondo, i buoni e cattivi avranno davvero ciò che si meritano. Beh, così dicono le religioni. Nel frattempo quattro ministri, Gelmini, Carfagna, Frattini e Galan, il divo di Hollywood, Clooney, Elisabetta Canalis, 33 “papi-girls” tra cui Ruby, Belen Rodriguez, il calciatore Cristiano Ronaldo… Questi sono alcuni dei testimoni chiamati dalla difesa del premier (78!!) nel processo sul Rubygate per allungare i termini del processo e giungere alla tanto amata e familiare prescrizione. Prescrizione che presto diventerà brevissima per il nostro amato premier con la nuova leggina ad personam. E poi, un tentativo con il conflitto di attribuzione lo si può anche fare. Tentare non costa nulla. Non ci può più aiutare nessuno, nè gli americani, nè i tedeschi, nè i russi. Solo gli alieni possono ormai. Praticamente siamo fritti e la giustizia nel migliore dei casi è solo una questione di probabilità.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia e Diritto

Altro in Economia e Diritto

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
Non solo crescita per il Sud Italia

Rapporto Svimez 2017: luci e ombre sul Sud Italia

Daniele D'Amico28 luglio 2017
Resto al Sud: il lavoro è nel meridione

“Resto al Sud”: la misura del Governo per la crescita del Mezzogiorno

Daniele D'Amico1 luglio 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese

Daniele D'Amico19 settembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it