Libri

L’arte della gioia di Goliarda Sapienza

Questo articolo è stato visualizzato 4.176 volte. Leggi altri articoli di: lenuccia.

L’arte della gioia di Goliarda Sapienza

“Di che cosa è fatta la notte?”
“E che ne so io”
“Se mi alzi sulle tue spalle la tocco e te lo dico”
“Allora sentiamo? Ora che l’hai toccata di che cosa è fatta?”

E’ Modesta, la protagonista di questo meraviglioso e denso romanzo di Goliarda Sapienza, che vuole toccare la notte, perché Modesta è una “carusa” sicilana nata il 1 gennaio del 1900 capace di riunire tutti i suoi sensi intorno alle esperienze, affonda le mani nella vita lo fa con la sua intelligenza, con il suo coraggio ma lo fa soprattutto con e attraverso il corpo. Di lei dicono “pare un uomo” ma Modesta non è un uomo è una donna con una forte carica di femminilità e di desiderio alla quale non rinuncia mai.
E’ l’Animus e l’Anima junghiana insieme , il maschile e il femminile in una sintesi eccezionale di rigore e trasgressione che fanno di Modesta una donna immorale e “spudorata” per quel tempo  che percorre la storia del Novecento Italiano attraverso la storia degli uomini e delle donne che incontra nella sua avventurosa vita che Modesta vive da assoluta protagonista amando, soffrendo, guardando sempre oltre ma senza mai rinunciare  alla passione, al suo forte potere seduttivo che esercita indistintamente  sugli uomini e sulle donne.
La protagonista del romanzo, pubblicato da Einaudi, rappresenta un modello di costruzione della propria identità di genere   assolutamente originale nel quale  le proprie risorse personali vengono utilizzate per  dirigere le opportunità che la vita offre, sempre con un grande progetto interiore: l’arte della gioia!
Modesta o Mody non è una femminista, non ha bisogno di invidiare nulla al mondo degli uomini. E’ una figura che fa riflettere che rimane attaccata alla memoria esercitando un fascino sui numerosi personaggi del romanzo ma anche sul lettore che uomo o donna che sia non può non essere travolto da questo fascino seduttivo quasi in una sorta di contro-transfert.
E’ un romanzo storico, psicologico ma anche erotico scritto in un modo travolgente che fa assolutamente galleggiare il lettore sulle sue 500 pagine. E’ un libro speciale pubblicato postumo e ritrovato in una cassapanca dopo circa venti anni. E’ in Francia che questo romanzo viene pubblicato per la prima volta diventando immediatamente un caso letterario, viene pubblicato in Italia solo nel 2000.
Buona lettura…se vorrete

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Libri

Altro in Libri

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
Il Brand Journalism è un'opportunità da non perdere

Il Brand Journalism per contrastare la crisi dell’editoria

Daniele D'Amico29 marzo 2017

Cento modi per morire

Sandra D'Alessandro18 marzo 2016
corto maltese

Il Segreto di Corto Maltese

Francesco Tiberio7 gennaio 2016

Il segreto dei Marò: Tony Capuozzo presenta il suo libro ad Andria

Antonella Tomaselli7 ottobre 2015
Mondadori

Rcs Libri passa a Mondadori per 127,5 milioni di euro

Daniele D'Amico5 ottobre 2015

Appuntamenti culturali: Andrea Scanzi a Bitonto

Redazione23 settembre 2015

Il libro diventa waterproof con Bibliobath

Antonella Tomaselli4 agosto 2015

Premio Pulitzer 2015, tutti i vincitori

mariaragone22 aprile 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it