Cronaca

Crisi: Rimedi per i nuovi poveri

Crisi: Rimedi per i nuovi poveri

di Daniele Di Lella
Sono passati tre anni dall’inzio dell’attuale legislatura e ritengo doveroso farne un piccolo bilancio sottolineando i risultati raggiunti dal governo.
In primis sono da sottolineare gli incredibili successi sul piano del prestigio internazonale in continua ascesa, la portentosa e celere ricostruzione Dell’Aquila in cui spicca la zona centrale ora tornata agli antichi splendori e che dire poi del miracolo di Napoli, non fatto dal solito San Gennaro, ma dal nostro efficente governo che ha avuto il merito di ripulire Napoli e dintorni con la preziosa collaborazione degli enti locali.
La granitica compattezza della coalizione di governo, mai uno scricchiolio, mai una polemica
tanto nel parlamento quanto tra i ministri dove la mettiamo?
Capitolo scuola: finalmente la scuola pubblica e l’università tornano ad essere un fiore all’occhiello con una riforma che ha stabilizzato pressocchè tutti i precari, ma più inportante ancora un governo che investe pesantemente sulla voce cultura, pensando coscenziosamente che questa sia un volano di crescita anche economica.
La politica economica il cui obbiettivo dichiarato era lo sviluppo ha abbassato prepotentemente la percentuale di disoccupati a attenuato la precarietà. Un governo che rende sempre conto ai mass media spesso impegnati, non riuscendoci, a trovare la falle nelle sue azioni. Un governo con una chiara politica energetica tutto ambiente e rinnovabili, un’aumento del pil quasi ai livelli della locomotiva Germania, con un costante impegno volto a creare una giustizia più giusta e che fà della moralità la cartina di tornasole della sua legislatura.
Allora proprio non capisco questo pessimismo che aleggia nell’aria, certo è un periodo di crisi mondiale, perfino gli USA rischiano il default, le borse traballano paurosamente, l’Italia è sotto costante attacco degli speculatori; ma fortunatamente abbiamo una fantastica finanziaria che è proprio quello che ci voleva, e poi il premier in parlamento ci ha rassicurato tutti perchè come ha detto, gli altri stanno peggio di noi.
Nel frattempo, casomai rientraste nella categoria dei laureati disoccupati, disoccupati e basta, precari, cassintegrati,se pensate che comprare una macchina, acquistare una casa, fare dei figli,farsi una famiglia sia un’ utopia, se fate parte di questa “nicchia”, meritate qualche utile consiglio per risparmiare in attesa di tempi migliori:

  • aspettare settembre perle vacanze che anche per la nicchia dei “nuovi poveri” sono importanti, voli low-cost che prenotati con largo anticipo fanno sorridere le tasche.

  • Evitare alberghi optando per bed and breakfast che hanno il pregio di essere economici e spesso ti offrono la possibilità di cucinare.

  • Passare al velocipede che fà bene alla linea, non inquina e fa risparmiare

  • Riscoprire l’economicità e il romanticismo di discount, fast-food, enoteche ecc….
  • Feste solo a ingresso libero tenendosi a debita distanza da discoteche di grido e simili
[five-star-rating]

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Laureato in Scienze Politiche settore politico internazionale conduttore radiofonico daniele0779@tiscali.it

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it