Arte, cultura e spettacolo

Le bandiere sugli edifici pubblici

Questo articolo è stato visualizzato 4.567 volte. Leggi altri articoli di: leorinella.

Le bandiere sugli edifici pubblici

Che pena vedere sulle facciate degli edifici pubblici invece che bandiere splendenti di colori (il bianco, rosso e verde dell’Italia ed il blu dell’Europa), stracci logori, stinti, stracciati, spesso ridotti a semplici brandelli.

A che serve imporre con legge l’obbligo dell’esposizione dei simboli del nostro Paese e della Comunità internazionale cui apparteniamo, dei quali dovremmo andare orgogliosi, se poi sui balconi degli edifici pendono solo degli avanzi di stoffa, irriconoscibili nei colori e che deturpano l’immagine dell’immobile sui quali sono esposti.

E’ vero che le intemperie atmosferiche spesso finiscono col danneggiare le stoffe ed è vero anche che i continui “tagli” del ministro Tremonti limitano fortemente le risorse economiche dei Ministeri e degli altri Enti pubblici, ma è anche vero che i tessuti con cui sono confezionate le bandiere non costano molto e basterebbe che i nostri Ministri  o pubblici amministratori smettessero di andare allo stadio con le auto blu o rinunciassero a qualche piccola prebenda, fra quelle numerosissime di cui godono,  per avere fondi più che sufficiente a consentire un ricambio sistematico dei vessilli da esporre.

La verità è che quelle bandiere stracciate,logore, stinte, rappresentano benissimo  il disamore dei signori del Palazzo per il bene comune, l’assenza di qualsiasi orgoglio nazionale, il disinteresse per quelli che sono i valori fondamentali della nostra Patria.

La verità è che quelle bandiere, ridotte a stracci e prive di colori, rappresentano benissimo un Paese letteralmente “ridotto  alle pezze”.

(Leonardo Rinella, Procuratore Generale Onorario della Cassazione.)

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arte, cultura e spettacolo

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it