Cronaca

Alitalia: si risparmiano qualità e sicurezza per il Sud.

Alitalia: si risparmiano qualità e sicurezza per il Sud.
Claudio Santovito

di Claudio Santovito
C’è qualcosa che non funziona sulla tratta aerea Roma-Brindisi operata dall’Alitalia. L’8 ottobre scorso i passeggeri sbarcati a Brindisi non hanno potuto ritirare il bagaglio, rimasto a Fiumicino, perché entrambe le stive dell’aereo – anteriori e posteriori – risultavano guaste. L’inconveniente, tuttavia, non rappresenta un caso isolato, bensì reiterato. I viaggiatori sono stati avvisati solo dopo aver raggiunto la destinazione e hanno dovuto attendere il volo successivo per riprendere possesso degli effetti personali.

Nella stessa giornata, inoltre, il volo precedente aveva subito un ritardo di oltre due ore perché il velivolo risultava “guasto”.

Ѐ strano rilevare una tale noncuranza per le tratte Alitalia, in particolar modo quelle dirette al Sud: sul Roma- Brindisi del 9 novembre scorso, un passeggero ha immortalato un vistoso cerotto bianco fissato a un sedile e la linea di sicurezza luminosa inattiva in un tratto, in quanto staccata dal pavimento. D’accordo optare per non servire bibite, caffè, cornetto e quotidiano come sulla rotta Roma-Milano o snack e bibita sul Bari-Torino, ma le essenziali misure di sicurezza e di immagine della compagnia (peraltro forte di recenti finanziamenti) non devono mancare.

Ma anche in campo internazionale si può rilevare qualche falla dell’Alitalia. Su youtube è presente il video di una passeggera che, in data 25 dicembre 2009, a bordo del Roma-New York, ha ricevuto e consumato un pezzo di torta, prima di accorgersi che era scaduta il giorno precedente. La donna ricorda che, anni addietro, nei giorni di Natale la stessa compagnia offriva il panettone in tutte le classi di viaggio.

Dato che le FS hanno tagliato di quasi 100 unità i vagoni cuccetta diretti a Sud, in relazione alla concorrenza impari delle compagnie aeree low-cost e che Aeroporti di Puglia ha avanzato il progetto di chiusura del terminal di Foggia “Gino Lisa” per via del numero annuo di passeggeri inferiore alle 500000 unità (nonostante l’impianto sia in espansione), viene da sé trarre una semplice conclusione: venute meno le cuccette e limitato il traffico aereo a Bari e Brindisi (ogni giorno da Bari operano sei voli Alitalia per Fiumicino e 2 Ryanair per Ciampino, mentre da Brindisi sono, rispettivamente, 3 e 2), non sarebbe più opportuno ridurre il numero di voli e aumentare la qualità e la sicurezza degli stessi?
[five-star-rating]

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca
Claudio Santovito
@clasantovito

Scrittore, giornalista. Specializzato in aviazione civile e trasporto aereo, mi occupo anche di cultura, inchiesta, curiosità dal mondo. Ho pubblicato, nel 2011, il mio primo romanzo "Tempo da dimenticare - Giallo nella notte barese" (Sentieri Meridiani Edizioni). Comunicazione, giornalismo digitale e Twitter le frecce nel mio arco. Ho un blog dedicato all'aviazione, "Notizie dal cielo". Rispondo io, a tutti, sempre. www.claudiosantovito.it - Twitter: @ClaSantovito

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it