Cronaca nazionale

Monti: leader della rifondazione civica.

Monti: leader della rifondazione civica.

di Emanuele Bruno
Fu così che, subito dopo il discorso di insediamento di Monti, Berlusconi e Di Pietro, apparenti acerrimi nemici, hanno dichiarato: “il nuovo governo dura finché noi non stacchiamo la spina”.
Passata qualche ora, Berlusconi ha precisato di non aver mai usato simili parole e Di Pietro, invece, non ha precisato nulla, quindi ha confermato.
A ruota Monti, in parlamento, ha preso la parola e, con una educazione che non si vedeva da tempo tra i banchi della camera, ha detto “…pregherei di non utilizzare più il termine staccare la spina perché non siamo nè un rasoio nè una macchina per l’ossigeno…”.
Il mio cuore ha urlato gioia, mi si sono riempiti gli occhi di lacrime, sono rimasto sulla sedia in preda ad una fortissima emozione.
Dopo anni di inciviltà, di offese, come un alieno, è arrivato il Professore ed ha mostrato al mondo che, anche nel 2011, è possibile rispondere ad una aggressione con civile fermezza, ha mostrato che è possibile esprimere la propria opinione in modo civile, comunicativo e non aggressivo…ha risvegliato il ricordo di mia nonna che mi teneva la mano e mi diceva “…non si usano le parolacce perché feriscono il cuore e rendono cattive le persone che le ricevono…”.

Badate!, non è un dettaglio ma il fondamento.
Esprimersi con parole e toni che si prestino all’ascolto è più importante e necessario di possedere un pensiero illuminato; è molto semplice, chi ascolta qualcosa che non condivide può far finta di non aver sentito oppure rispondere con pari tono, mentre, se si sente aggredito si difende!.
Ad aggressione corrisponde aggressione, ad ogni insulto corrisponde un offesa più grossa, ad un tono di voce alto un urlo, così si scatena una lotta per la prevalenza.
La logica politica sino ad oggi è stata molto simile ad una rissa in discoteca: il vociare è così alto che una parola mal intesa accende un parapiglia di botte…ovviamente, nella confusione è impossibile parlare!, almeno fino a quando arriva la polizia.
Dunque, l’idea che la politica possa esprimere la propria opinione, favorevole o contraria, senza urlare, nel 2011, può essere una svolta epocale!.
Questo è il punto, ciò che dovrebbe essere normale (dialogo civile e costruttivo tra parti contrapposte) non lo è, chi dovrebbe dare il buon esempio (i politici e gli uomini delle istituzioni), ci propina un prototipo di relazione che è incivile e di educazione che ciascuno di noi si guarda bene di impartire ai propri figli.
Ecco perché, Monti non è il messia in terra ma una persona normale che può riportare le relazioni politiche e sociali a qualcosa che assomigli alla civiltà, quindi, potrebbe essere il leader della rifondazione civica!.

Visualizza Commenti (3)

3 Comments

  1. Nicola

    5 dicembre 2011 at 18:54

    La solita banale e superficiale apologia di Monti.
    Tralasciando tutti gli altri altri politici di destra, sinistra e centro da rottamare, non riesco a capire in base a quale criterio si possa considerare Monti utile all’Italia. Si vuole far passare l’idea che abbiamo un governo capace di risolvere i problemi italiani, poichè il suo capo ha modi più garbati di altri politici.
    E l’autore dell’articolo, semplicisticamente, afferma che tale qualità sia il fondamento e non un dettaglio… sic.
    Va bene, il neo Premier è garbato, ma perchè l’autore non si sofferma sui macroscopici conflitti d’interessi che gravano su di lui e sugli altri componenti il governo?
    Perchè non dice che Monti è la longa manus della Goldman Sachs e di David Rockfeller che con la loro finanza speculativa criminale hanno causato la più grossa crisi finanziaria del mondo?
    Come può l’incaricato dalla finanza laica angloebraica che ha speculato sui btp (e continua a speculare) e scommettendo sul default italiano tramite i cds; aiutare l’italia a uscire dalla crisi causata dai suoi amici?
    Ovvio, aumentando le tasse sugli immobili, l’iva, riducendo le pensioni in modo da avere i soldi per pagare il debito contratto con i soliti potentati bancari.
    Sei contento di avere un rifondatore civico e di pagare più tasse perchè il governo si è indebitato a causa degli amici del tecnico gentile?
    Solito masochismo e semplicismo all’italiana.
    Almeno non scrivete sulla home page giornale libero e indipendente!

    • Admin

      5 dicembre 2011 at 19:32

      Gentile Nicola, ti ringraziamo per aver commentato l’articolo con il tuo punto di vista. Scrivere non è facile, ma c’è qualcuno che almeno ci prova a mettere in moto i neuroni e a non essere destinatario passivo del mondo delle notizie che invadono le nostre case attraverso giornali cartacei, internet, radio e televisioni.
      Il nostro corriere delle Puglie resta “Libero e indipendente” proprio perchè chiunque partecipa alla sua redazione è libero, nei limiti imposti dalle norme di diritto civile, di poter esprimere anche il proprio punto di vista soggettivo sulle faccende che coinvolgono, direttamente o indirettamente, i cittadini di questo paese.
      Sarei ben contento se nel tuo prossimo commento fossi così gentile di inserire anche il tuo vero indirizzo email, e non uno fasullo; ancor meglio sarebbe se tu potessi firmarti, la prossima volta, con il tuo vero nome e cognome, questo è un segno di grande responsabilità e di coerenza con ciò che si sostiene con convinzione. Grazie ancora per aver espresso il tuo punto di vista.

      Il direttore editoriale

    • ema

      5 dicembre 2011 at 19:58

      Libero ed indipendente, vuol dire che ognuno, anche Lei, può scrivere quello che pensa senza censura preventiva, senza imposizione politica e, sopratutto, senza nascondersi dietro l’anonimato o la critica preventiva a prescindere, semplicistica e scontata…
      Poi, credo che Lei sappia che tutti sanno criticare, invece, sono pochi quelli che costruiscono.
      Buona vita!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca nazionale

Altro in Cronaca nazionale

city toys

City toys, in cinque dovranno rispondere per concorso in truffa continuata

Antonio Catacchio1 ottobre 2016

Scuola, al via il primo giorno. Arrivederci estate…..

Daniele D'Amico12 settembre 2016

Omicidio di Corsico: l’assasinio di Iulian Razvan Laszlo

Antonio Catacchio22 giugno 2016
Antitrust

Antitrust e GdF: stop a 174 siti

Pierfrancesco Caira18 marzo 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum

Vincenzo Demichele22 gennaio 2016

Primo interpello concorso sedi farmaceutiche

Antonio Catacchio13 dicembre 2015

Concorso Straordinario Farmacie Regione Puglia

Mariangela Lomastro19 ottobre 2015

Chiesa e Sinistra: quasi amici

Ricky Violante16 ottobre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it