Arte, cultura e spettacolo

Ottantasettesimo anniversario della morte di Luigj Gurakuqi

Ottantasettesimo anniversario della morte di Luigj Gurakuqi
Antonio Catacchio

di Antonio Catacchio
Il 2 Marzo ricorrerà l’ottantasettesimo anniversario dalla morte Luigj Gurakuqi.
Già ma, molti si staranno chiedendo oppure si saranno sicuramente chiesti, magari imbattendosi involontariamente in una targa commemorativa in prossimità del numero 48 di Corso Vittorio Emanuele II, ad angolo con Via Cairoli, a Bari: “… e chi è costui?
Prescindendo dal fatto che il punto di Bari di cui parliamo è di sovente trafficato da uomini politici che sembrano preoccuparsi più dei propri affari privati, che degli “affari” che giovino al concreto ed effettivo benessere dei cittadini ed inerenti la “cosa pubblica“; delle pagine degli storici e storiografi che puntualmente tentano di ricordare la ciclicità della storia al fine di prevenirne cadenza, seppur con effetti di diversa portata ed entità, non si può invece prescindere, e neppure dal dato certo e storiografico proprio partendo dal fatto che, la targa commemorativa di cui stiamo parlando, è posta in quel punto perchè proprio in quel punto si trovava il caffè in cui il 2 Marzo del 1925, Luigj Gurakuqi, veniva accoltellato a morte da suo cugino, Baltjon Stambolla, inviato a Bari dal regime di Amet Bej Zogu (colui che fu proclamato Re di Albania il primo settembre del 1928 e rimase in carica fino all’invasione italiana del 1939).

Luigj Gurakuqi, a cui oggi è dedicata l’Università degli Studi di Shkodra (Albania), era un personaggio conosciuto del movimento patriottico e democratico albanese, poeta e giornalista pubblicista.
Nato a Scutari il 19 febbraio del 1879. Dal 1901-1906 frequentò l`università di Napoli, dove si laureò. Nel 1906 iniziò a dedicarsi alla politica e nel 1912 venne nominato ministro della Pubblica Istruzione nel governo di Ismail Qemali.
Dal 1921 al 1924 fu deputato di Scutari nel Consiglio Nazionale. Partecipò alla  Rivoluzione del 24 giugno del 1924 nel governo di Theofan Stilian Noli (Fan Noli), dove ricoprì la carica di Ministro delle Finanze.
E’ strano notare come molto più spesso di quanto immaginiamo la storia albanese (e di molti altri popoli dell’est europa) si mescoli con quella pugliese.
Ricordo ancora quasi nessuna differenza nei campi piantumati con gli ulivi nelle campagne di Cavtat. Che dire quindi, anche se siamo dunque forse italiani, tutti noi siamo anche un pò croati, un pò albanesi, un pò greci, un pò rumeni, un pò… montenegrini come Petrovic, padre della bella Elena, moglie del penultimo (anche se in realtà ultimo) Re d’Italia, no?

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arte, cultura e spettacolo
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Arte, cultura e spettacolo

Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018
Pierfrancesco Favino

Bifest 2018: Pierfrancesco Favino e l’essenza dell’attore

Tiziana Di Gravina22 aprile 2018
festival del cinema europeo

FceLecce 2018: il Miglior film è della francese Marie Garel-Weiss

Tiziana Di Gravina15 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it