Lavoro & coaching

Earth Hour 2013: anche l’Italia aderisce e spegne le luci

Earth Hour 2013: anche l’Italia aderisce e spegne le luci
Antonio Catacchio

di Antonio Catacchio
“I will if you will, io farò se tu farai”: è questo lo slogan della sfida lanciata all’intera comunità globale per dar vita a concrete azioni di sostenibilità. In occasione dell’Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale contro il cambiamento climatico che torna il prossimo 23 marzo, il WWF lancia anche in Italia una piattaforma globale che incoraggia cittadini, celebrità, istituzioni e imprese a sfidare il mondo a intraprendere azioni sostenibili e ridurre la propria impronta sul pianeta.

Lo scorso anno l’iniziativa ha visto coinvolti oltre 2 miliardi di persone in 7mila città e 152 paesi. Il gesto simbolico per aderire al progetto è quello di spegnere le luci per un’ora e provare a vincere la sfida del cambiamento climatico. Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi d’interesse, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici. E’ ormai chiaro che il cambiamento climatico minaccia sempre più gravemente gli ecosistemi, le specie animali e le popolazioni. E questo è dovuto principalmente alle attività umane, con emissioni globali di gas serra in costante aumento e la concentrazione di CO2 nell’atmosfera ormai giunta alla cifra record di 395 parti per milione. Un allarme oggi condiviso non solo dagli ambientalisti ma anche da autorevoli scienziati e organismi internazionali come la Banca Mondiale, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, il World Economic Forum e non ultimo il presidente americano Barack Obama, che ha posto la lotta al riscaldamento globale tra le priorità del suo secondo mandato.

“Earth Hour è un’occasione unica per dare voce e mobilitare l’intera comunità globale, perché tutti facciano la propria parte e per pretendere che i Governi assumano la crisi del clima come priorità assoluta, prima che sia troppo tardi; -ha detto Mariagrazia Midulla, responsabile Clima e Energia del WWF Italia – dobbiamo passare a un Mondo Nuovo decarbonizzato, basato su risparmio, efficienza e rinnovabili. Cittadini, città, imprese ne saranno parte attiva e la loro voce potrà spostare la politica mondiale. Con migliaia di sfide lanciate da ogni continente, diamo l’esempio di come si possa agire, in concreto e ogni giorno, per dare un futuro alla vita sul pianeta.”
23 Marzo, h. 20:30, appuntamento, a luci spente, con il pianeta del futuro!

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro & coaching
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Lavoro & coaching

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Direttori generali

Nuovo avviso Regione Puglia per direttori generali delle aziende ed enti S.S.R.

Mariangela Lomastro16 settembre 2016

Aziende e digitale: le HR hanno un ruolo fondamentale

Daniele D'Amico31 maggio 2016

Job Meeting Bari, un’opportunità di lavoro e di orientamento

Antonella Tomaselli21 maggio 2016

Customer Experience e Social Network, connubio vincente

Daniele D'Amico17 maggio 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it