Informatica & web

Wi-Fi: un connunbio di vantaggi e di rischi

Wi-Fi: un connunbio di vantaggi e di rischi
Antonio Catacchio

di Antonio  Catacchio
Il Wireless Fidelity, o più comunemente conosciuto come Wi-Fi, ha conosciuto un successo spropositato in seguito all’introduzione e allo spopolamento degli smartphone e dei tablet. Studenti, pendolari, lavoratori, turisti, chiunque oggi utilizza la celeberrima connessione senza fili per mantenersi sempre connessi ad Internet ed ottenere qualsiasi tipo di informazione il più rapidamente possibile. La velocità dell’accesso all’informazione e la possibilità di farlo, oggi, a costi irrisori ne fanno uno strumento indispensabile per tutti, dai privati alle aziende pubbliche, dai lavoratori agli studenti.

Infinita la lista dei locali pubblici che offrono gratuitamente questo servizio: bar, ristoranti, palestre, centri commerciali.. Per quanto di questo strumento non se ne possa più fare a meno, occore comunque guardare il rovescio della medaglia, rappresentato dai risci per la salute, causati dalle microonde pulsate che per 24h al giorno senza interruzioni si aggiungono alle onde elettromagnetiche emesse da cellulari e webcam. Secondo il Centro Tutela Consumatori  Utenti, i rischi per la salute vanno da effetti immediati come perdita di concentrazione, mal di testa, stanchezza, danni embrionali e modificazioni del DNA cellulare, a effetti attesi a medio-lungo termine, quali disturbi al sistema nervoso, demenza precoce e rischi cancerogeni.

A tal proposito,  il Consiglio d’Europa ha invitato gli Stati europei, per quanto possibile, ad adottare misure preventive intervenendo nella diminuzione dell’esposizione a questo inquinamento invisibile e pervasivo, rivolgendosi in particolare alle scuole e sottolineando tale pericolosità soprattutto per i ragazzi in età scolare. Nel nostro piccolo, ognuno di noi può cercare di fare qualcosa. Se rinunciare al collegamento Internet è obiettivamente impensabile, ridurre l’utilizzo di connessioni senza fili può essere un primo passo, preferendo sia in ambito pubblico che privato reti via cavo. O in alternativa, se viviamo in un condominio, proporre un’unica rete Wi-Fi con spegnimento automatico notturno rappresenta un buon compromesso tra comodità e salute, tra “fidelity” al sistema senza fili e “fidelity” al benessere del proprio organismo.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informatica & web
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Informatica & web

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it