Scienza & Tecnica

Aerei, qual è il posto più sicuro in caso di incidente?

Aerei, qual è il posto più sicuro in caso di incidente?
Claudio Santovito

di Claudio Santovito
L’avvento delle low cost ha portato, nella maggior parte dei casi, a far pagare la scelta del posto a sedere o l’imbarco prioritario all’interno di un aereo. Le major, tuttavia, consentono la scelta del posto contestualmente alla prenotazione: in entrambi i casi, spesso ci poniamo la domanda: qual è, in aereo, il posto più sicuro per la nostra incolumità in caso di incidente? La risposta non è così scontata come sembra, numerosi esperti e studiosi dividono equamente le loro opinioni rispondendo che si è più sicuri nella parte anteriore come in quella posteriore. Su un dato, però, sono concordi: è sempre meglio il posto corridoio piuttosto che quello finestrino, ancora meglio se questo sorge in corrispondenza delle uscite di emergenza. Nella foto accanto, si possono vedere alcune statistiche. Si evince come i posti anteriori, tra cui quelli della business class, siano preferibili ai posti in coda all’aeromobile e ciò conferma uno studio condotto dalla Greenwich University, secondo cui i posti più sicuri per salvarsi da un aereo in fiamme sono quelli anteriori e prossimi alle uscite di sicurezza. Chi è davanti, infatti, ha il 65% di possibilità di sopravvivere rispetto agli occupanti la parte posteriore. La fazione opposta, invece, parte da un dato incontrovertibile: in caso di crash landing, la parte anteriore di un aeroplano è sottoposta a un’accelerazione gravitazionale pari a 12G, mentre quella percepita nel resto dell’aereo è di 6G.

Come prova è stato valutato il crash landing intenzionale di un Boeing 727 (qui il video), in cui al posto dei passeggeri erano presenti dei manichini. Risultato? Minori danni a chi sedeva in coda, con l’indicazione del posto con maggiori possibilità di decesso: il 7A. Ci sarebbe un’altra considerazione da cui non si può prescindere: un corretto imbarco prevede (o dovrebbe prevedere) la collocazione, nei pressi delle uscite di sicurezza, degli ABP. Cosa sono gli ABP? Able bodied passengers, vale a dire persone fisicamente in grado di aiutare gli assistenti di volo in caso di evacuazione a terra o in acqua: quindi, accanto alle uscite di sicurezza, non bisognerebbe collocare bambini, anziani o individui diversamente abili, preferendo piuttosto personale medico/militare o semplicemente qualche persona particolarmene abile e muscolosa. In definitiva, possiamo dire questo: l’aereo è – e rimane – il mezzo di trasporto più sicuro. L’addestramento dei piloti, degli assistenti di volo e del personale di terra e aria riveste un ruolo decisivo, come anche la fatalità. Perciò godetevi il viaggio, siete in buone mani!

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scienza & Tecnica
Claudio Santovito
@clasantovito

Scrittore, giornalista. Specializzato in aviazione civile e trasporto aereo, mi occupo anche di cultura, inchiesta, curiosità dal mondo. Ho pubblicato, nel 2011, il mio primo romanzo "Tempo da dimenticare - Giallo nella notte barese" (Sentieri Meridiani Edizioni). Comunicazione, giornalismo digitale e Twitter le frecce nel mio arco. Ho un blog dedicato all'aviazione, "Notizie dal cielo". Rispondo io, a tutti, sempre. www.claudiosantovito.it - Twitter: @ClaSantovito

Altro in Scienza & Tecnica

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it