Cronaca estera

Bosforo, a fine mese sarà inaugurato il tunnel Marmaray che collegherà l’Europa all’Asia

Bosforo, a fine mese sarà inaugurato il tunnel Marmaray che collegherà l’Europa all’Asia
Claudio Santovito

di Claudio Santovito
Sarà inaugurato il 29 ottobre prossimo, 90esimo anniversario della costituzione della Repubblica turca (Türkiye Cumhuriyeti), il primo tunnel ferroviario sotto il Bosforo che unirà i due continenti attraverso la stazione sulla sponda europea, Kazlicesme, e quella sulla sponda asiatica, Ayrilikcesme, distante 13,6 chilometri. Il tunnel chiamato Marmaray (che deriva dalla combinazione del nome del Mar di Marmara con ray, la parola turca che individua il termine “ferrovia”) prevede un passante ferroviario a 60 metri di profondità sotto il mare e una capacità di 75000 passeggeri all’ora in ciascuna direzione.

Il costo? 3,5 miliardi di euro stanziati dalla Japan International Cooperation Agency (JICA) e dalla European Bank for Reconstruction and Development (EBRD).
Il progetto prevede un tunnel sotterraneo di 13,6 km, di cui 1,4 esattamente sotto lo stretto del Bosforo, formato da 11 sezioni, ciascuna lunga 130 metri e pesante 18 mila tonnellate; all’interno del tunnel ci sarà una linea metropolitana, due linee per treni leggeri e una linea per treni ad alta velocità.
Certo, sarà più corto del più celebre Eurotunnel – che conta ben 39 km tra Calais e Dover – che collega l’Europa alla Gran Bretagna, ma sarà di certo più profondo, nascosto da 55 metri di acqua e 5 di terra, in una zona ad alto rischio sismico. È proprio questa la sfida che hanno accettato i progettisti, visto che il tunnel sorgerà a meno di 20 km dalla Faglia Anatolica Settentrionale, in un punto in cui i sismologi calcolano che c’è un 65% di probabilità di un terremoto di magnitudo 7,5 sulla scala Richter nei prossimi 30 anni.
Ma lo scopo del progetto non si esaurisce al semplice collegamento Asia-Europa: in primo luogo si tenderà a smaltire il proverbiale traffico di Istanbul (città che conta 15 milioni di abitanti) che è tra i più congestionati al mondo e che, con l’introduzione del Marmaray, con la costruzione di tre stazioni sotterranee e con il restauro delle 37 già esistenti in superficie dovrebbe essere significativamente snellito e si stima che l’utilizzo della ferrovia aumenti dall’attuale 3,6% al 27,7%.

In secondo luogo, poi, il Marmaray diventerà uno snodo centrale per la ferrovia continentale che collegherà Londra con Pechino. Sarà quindi possibile raggiungere su rotaia la Cina direttamente dal Regno Unito. E proprio nell’estremo Oriente, precisamente in Giappone, sorge il tunnel ferroviario più lungo del mondo: si tratta del Seikan, un tunnel lungo 53,85 km (di cui 23,3 km del tracciato sotto il livello del mare) che collega l’isola di Honshū a quella di Hokkaidō.

Tranquilli, però: nel 2016-17 dovrebbe essere inaugurata la Galleria di base del San Gottardo. La lunghezza stimata? 57 km!

I numeri del Marmaray e il video della realizzazione:

Overall length, km     76•3
Tunnel section, km     13•6
Immersed tube, m     1387
Deepest point, m     60•46
Minimum curve radius, m     300
Maximum gradient, %     1•8
Surface stations     37
Underground stations     3
Interchanges     4
Inter-city stations     8
Platform length, m     225
Average station spacing, km     1•9
Suburban EMUs     44 x 10-car
Design speed, km/h     100
Minimum headway, sec     120
Passengers/h per direction     75 000

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca estera
Claudio Santovito
@clasantovito

Scrittore, giornalista. Specializzato in aviazione civile e trasporto aereo, mi occupo anche di cultura, inchiesta, curiosità dal mondo. Ho pubblicato, nel 2011, il mio primo romanzo "Tempo da dimenticare - Giallo nella notte barese" (Sentieri Meridiani Edizioni). Comunicazione, giornalismo digitale e Twitter le frecce nel mio arco. Ho un blog dedicato all'aviazione, "Notizie dal cielo". Rispondo io, a tutti, sempre. www.claudiosantovito.it - Twitter: @ClaSantovito

Altro in Cronaca estera

Chobani

USA: imprenditore regala azioni milionarie ai dipendenti

Pierfrancesco Caira27 aprile 2016

Caso Regeni, quando i soldi sono più importanti della vita di un connazionale

Vincenzo Demichele5 aprile 2016
Hilde Kate Lysiak

USA: reporter di 9 anni batte sul tempo i media

Pierfrancesco Caira5 aprile 2016

Attentati di Bruxelles, il terrorismo molecolare che devasta l’Europa

Vincenzo Demichele25 marzo 2016
Raqia Hassan

ISIS contro la libertà di stampa: uccisa la giornalista Raqia Hassan

Daniele D'Amico9 gennaio 2016

La Regione Puglia solidale con la Francia

Antonio Catacchio16 novembre 2015

Albini in Africa: tra superstizione e violenza all’indomani delle elezioni politiche

Federica Bartoli22 settembre 2015

Italiani di Crimea, riconosciuto lo status di deportati

Vincenzo Demichele18 settembre 2015
amazon

New York Times contro Amazon: condizioni lavorative insostenibili

Francesco Tiberio20 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it