Arte, cultura e spettacolo

Storia di un grande amore, il cavallo Murgese

Storia di un grande amore, il cavallo Murgese
Candido Marinelli

di Candido Marinelli
Quella che state per leggere è una storia d’amore la cui origine si perde nella notte dei tempi. Per raccontarvela, è necessario che nasconda le mie emozioni tra le parole, al fine di far crescere la vostra voglia di scoprire.

Una passione  che ha l’indiscusso primato di aver coinvolto grandi condottieri e imperatori di epoche storiche diverse, come Annibale, Alessandro Magno e Federico II, solo per citarne  alcuni, ma è stata condivisa e nutrita anche da i ceti sociali più differenti e umili, senza che ciò provocasse motivi di gelosia o attriti vari.

Un legame che ha saputo affrontare guerre, carestie, condizioni proibitive di lavoro in una terra di difficile coltivazione, come è da sempre il territorio delle Murge, temprata da situazioni climatiche estreme sia in inverno che in estate.

Questo amore è magia. Una magia ricca di storia ma che ancora oggi è facile attuare… basta montare in sella.

La salvaguardia e l’incremento dell’allevamento del cavallo Murgese e quindi il miglioramento della specie stessa, non può e non deve essere soltanto letta nell’ottica di promozione turistica e nutrizionale dei prodotti alimentari che il recupero delle razze autoctone sta avendo in questi tempi.

Qui non solo si cerca di dare dignità al comparto zootecnico, di solito considerato un “attività minore”, ma il rapporto allevatore/cavallo deve essere inteso come quotidiana esperienza di orgoglio e gratitudine.

La vocazione millenaria all’allevamento semibrado degli equini nelle Murge e nella Puglia tutta vede nel Cavallo Murgese un’eredità autentica, testimonianza di un passato prestigioso in campo ippotecnico.

Mi piace pensare che il cavallo Murgese sia l’espressione migliore di ciò che può significare amore per la propria terra.

L’adattamento al territorio è ora il punto di forza delle caratteristiche del cavallo Murgese, che ne ha donato a questa razza una grande rusticità. Dal mantello morello, che le assolate giornate pugliesi fanno apparire lucido ed uniforme, di indole tranquilla, unita ad una importante fierezza e resistenza fisica (dote molto apprezzata da nobili e regnanti europei di tutte le epoche), il cavallo Murgese presenta arti robusti, zoccoli molto duri e solidità del tronco, che gli permettono di muoversi con molta agilità e sicurezza, abituato ad attraversare sentieri ripidi e rocciosi.

Queste caratteristiche, a cui va aggiunta la predisposizione al lavoro degli stalloni (rara nelle altre razze), permettono al cavallo Murgese di ottenere ottimi risultati ad ogni impiego, che sia la disciplina agonistica, gli attacchi sportivi ed eleganti, l’utilizzo a servizio di squadre speciali a cavallo e nella pet therapy .

Per chi avesse voglia di approfondire questa “grande storia d’amore”, i giorni 18/19/20 ottobre, presso il Foro Boario di Noci (Ba), si svolgerarà l’annuale Raduno del Cavallo Murgese e dell’Asino di Martina Franca, giunto alla 16° edizione, organizzato , come sempre, dall’Associazione Regionale del Cavallo Murgese (qui il programma completo).

Il Corriere delle Puglie annuncia la sua presenza alla manifestazione, dove avrà modo di intervistare i protagonisti dell’evento. Bhè…  il vero protagonista sarà un po’ difficile che rilasci una dichiarazione…

Visualizza Commenti (1)

1 Commento

  1. Pingback: Grande successo per il Raduno del Cavallo Murgese e dell’ Asino di Martina FrancaIntervista del Presidente: Francesco Gentile | Il Corriere delle Puglie – NEWS

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it