Arte, cultura e spettacolo

I Pentatonix in concerto ai Magazzini Generali

I Pentatonix in concerto ai Magazzini Generali
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
“Credo che siate stati mandati indietro dal futuro per salvare la musica a cappella ed eseguirla in modo futuristico”.
È così che Shawn Stockman, membro dello storico gruppo vocale dei Boyz II Men, si apprestava a commentare in veste di giudice del talent show “The Sing-Off”, la quarta esibizione messa in piedi da un quintetto di giovanissimi cantanti a cappella provenienti dal Texas.
I poco più che ventenni Pentatonix hanno sbaragliato la concorrenza, vincendo l’edizione 2011 del programma televisivo e aggiudicandosi un premio in denaro pari a duecento mila dollari ed un contratto discografico con la SONY.

Originari di Arlington, Scott Hoying, Kirstie Maldonado e Mitch Grassi costituirono un trio che riscosse un discreto successo a livello locale sfruttando la forte visibilità garantita dalla piattaforma di Youtube; la partecipazione a “The Sing-Off”, però, impose al gruppo la necessità di arruolare almeno altri due componenti, tali Avi Kaplan, vocal bass ed arrangiatore già abbastanza conosciuto in parte della California, e Kevin Olusola, beat boxer, pianista e violoncellista, che aveva riscosso un forte successo sempre su Youtube con le sue originali esibizioni.
Prendendo ispirazione per il loro nome dalla scala pentatonica, il gruppo venne formato solo il giorno prima dell’audizione, arrivando alla vittoria ed al successo che si è esteso al di fuori degli Stati Uniti. Il tour europeo, infatti, ha avuto inizio da Milano dove il 12 novembre scorso i Pentatonix hanno infiammato il pubblico dei Magazzini Generali, eseguendo alcuni dei brani utilizzati quali esibizioni durante la “singing competition” del 2011 (“Video killed the radio star” dei Buggles, “Love lockdown” di Kanye West, “Let’s get it on” di Marvin Gaye), ma anche pezzi estratti dai due album del gruppo, come la struggente “Run to you” e la cover di “Royals”, intervallando il tutto con suggestive dimostrazioni vocali (l’esecuzione del particolarissimo “overtone singing” effettuato da Avi Kaplan) e la complessa esibizione “Cello beatbox” (violoncello e beatbox all’unisono) egregiamente riproposta da Kevin Olusola.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it