Arte, cultura e spettacolo

In manette Gabriele Paolini, il disturbatore della TV

In manette Gabriele Paolini, il disturbatore della TV
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
Domenica 10 novembre, il controverso personaggio televisivo Gabriele Paolini, noto al grande pubblico come “disturbatore della TV”, è stato incarcerato con la pesante accusa di induzione alla prostituzione e produzione di materiale pedopornografico.
La denuncia è partita da un laboratorio fotografico di Riccione, incaricato dello sviluppo di scatti privati provenienti da Roma, che ritraevano Paolini in espliciti atteggiamenti sessuali con alcuni minorenni.
Stando ai primi interrogatori, i ragazzini comparsi nelle fotografie e nei vari video recuperati dai carabinieri, sarebbero stati tutti consenzienti e consapevoli di ciò che accadeva, volontari partecipanti agli incontri col disturbatore, attratti dalla popolarità del personaggio e dai compensi generosi che egli non mancava di elargire.

Non si tratterebbe, dunque, di giovani provenienti da famiglie disagiate o costrette in condizioni economiche precarie, ma di normali adolescenti che consideravano altrettanto normale tutto quanto accadeva nella cantina di Piazza Bologna a Roma.
Pare, inoltre, che con uno di loro Paolini avesse instaurato un rapporto affettuoso sfociato in una vera e propria relazione sentimentale.
La natura fortemente narcisistica del personaggio televisivo è evidentemente all’origine della produzione di abbondante materiale pornografico in cui Paolini riprendeva se sesso alle prese con pratiche sessuali estreme, almeno fino al 2006 anno in cui i siti utilizzati per la divulgazione di tale materiale furono sequestrati.
Egli non ha nemmeno mai fatto mistero di un abuso sessuale subito da parte di un prete all’età di 15 anni. Né la notizia di guai giudiziari sorprende oltremodo, considerate le accuse di diffamazione e calunnia per le quali fu condannato nel 2010.
Ma certamente celeberrime restano le sue numerosissime incursioni alle spalle di più o meno infastiditi giornalisti (primo fra tutti Paolo Frajese nel 1998) per le quali Paolini è entrato a far parte del Guinness dei primati nel 2002.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it