Arte, cultura e spettacolo

Incassi da record per Checco Zalone: 18 mln in quattro giorni

Incassi da record per Checco Zalone: 18 mln in quattro giorni

di Francesca Cataldo
Zalone numero uno. Luca Medici in arte Checco Zalone, per gli esercenti ormai San Checco, batte tutti e pure se stesso, oltre ogni rosea aspettativa. In quattro giorni il nuovo film Sole a catinelle, che occupa oltre 1200 schermi, ha incassato 18 milioni 600 mila euro secondo i dati Cinetel, il miglior risultato di sempre. A vedere il film nel fine settimana sono stati oltre 2 milioni e 600mila spettatori. Il precedente film del comico pugliese, Che bella giornata, era pure stato record sia nel primo weekend sia di incassi totali, intorno ai 45 milioni.  La trama ha come protagonisti un papà un po’ cialtrone e sfortunato, e un bambino prodigio di 10 anni (Nicolò, suo figlio) a cui promette una vacanza da sogno se prende tutti 10 in pagella. I due avventurosi viaggiatori si ritrovano a vivere esperienze impensabili a stretto contatto con il mondo dorato dei ricchi.

Il film ha il merito di aver dimostrato che si può ridere anche di un periodo di grave crisi finanziaria, annullando la definizione dell’economia come “scienza triste”. Il quotidiano economico definisce la pellicola “la favola divertente dell’Italia che vuole girare pagina”. Le numerosissime gag e le canzoncine, frequenti nei film di Zalone, contribuiscono a donare al film un’atmosfera leggera e ironica. Il film viene definito dalla critica “uno scacciapensieri travolgente e dissacrante”.  Ma oltre a donare risate e momenti di spensieratezza agli italiani dilaniati dalla crisi, Sole a catinelle fa respirare aria salubre anche agli esercenti cinematografici alle prese con una stagione grama che, specie nei piccoli centri, li ha messi in seria difficoltà per il futuro. Agli esercenti, infatti spetta ben il 50% del costo del biglietto.

Lo scopritore cinematografico del comico pugliese Checco, Pietro Valsecchi sottolinea: “Tanti cinema in crisi potranno salvarsi con questi introiti, ma non si tratta di un miracolo, qui non c’è San Checco, qui c’è un lavoro ben fatto e curato. Fare la commedia è la cosa più difficile che ci sia, farla bene, divertente e semplice ancora di più. In tanti provano a fare le commedie pensando di incassare, ma non è un genere a fare il successo”. Il vice presidente di Medusa Giampaolo Letta afferma: “c’è molta soddisfazione tra il mercato cinematografico che aspettava questo film col quale abbiamo regalato più di un sorriso in un momento delicato. Siamo ugualmente felici per gli esercenti, soprattutto quelli di provincia, e contenti perché il risultato ottenuto fuori dal Natale, con un film per tutta la famiglia, è il frutto, oltre alla qualità del film in sé, di un imponente sforzo distributivo e promozionale”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it