Cronaca regionale

Chiusura di Villa Roth: ennesima vergogna sociale

Chiusura di Villa Roth: ennesima vergogna sociale

di Giuseppe Ceddia
“Io so” diceva Pasolini. Qui invece nessuno sa. Il sindaco non sa, il Comune non sa, la Provincia non sa. Eppure un fatto è certo, Villa Roth stamattina è stata sgombrata da forze dell’ordine in tenuta antisommossa, neanche fossimo di fronte a un neo-Vietnam in versione bignami. La struttura, di proprietà della Provincia, era diventato luogo per menti libere, organizzazione di eventi culturali, concerti, etc.
Siamo in vicinanza della campagna elettorale per in neo-sindaco di Bari. Le opzioni che al cittadino medio si son affacciate alla mente sono molteplici. Mossa di qualche neo-candidato di sinistra per catturare l’attenzione e i voti di certa pseudo-borghesia progressista con la puzza sotto il naso?

Oppure mossa di destra, dunque della stessa provincia nella persona del suo presidente?
Qui tutti se ne lavano le mani, eppure un fatto è certo. Un luogo simbolo di libertà di pensiero, di opposizione alla schiavitù sociale e intellettuale è stato sgombrato, materialmente prima e spiritualmente poi.
“Noi non sappiamo” dicono I capoccioni. “Noi sappiamo ancor meno” potrebbero chiosare i cittadini. In un momento storico in cui qualche ministro sostiene che con la cultura non si mangia, ritrovi una piccola oasi di opposizione allo stato delle cose esasperante ed esasperato che viene smantellata malamente.
Questo è un fatto. Il fatto che vede, ancora una volta, i poteri forti scatenarsi contro l’inerme forza spirituale dei singoli che fanno massa, che fanno il popolo, che fanno libertà. Oggi, per l’ennesima volta, è la libertà che perde, che viene stuprata nell’intimo.

Visualizza Commenti (1)

1 Commento

  1. Marco Tale Palasciano

    14 gennaio 2014 at 16:17

    Sarebbe interessante capire se qualcuno degli occupanti abbia mai fatto capolino in Comune per far presente la situazione o se ci fosse un qualche bando per la gestione dei locali in essere.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca regionale

Giuseppe Ceddia, nato a Bari nel 1977, laureato in Lettere Moderne è attualmente Dottorando di Ricerca in Italianistica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari. Si occupa di letteratura fantastica in Italia. Giornalista-pubblicista, collabora con diverse testate cartacee e on-line, cura due blog e la rubrica “CortoCircuiti” su www.inchiostrolibri.it ; collabora con la rivista letteraria “Narrazioni”. È autore di racconti, alcuni dei quali pubblicati su www.puglialibre.it e sulla rivista “L’Immaginazione” (Manni Editori). Scrive anche di cinema.

Altro in Cronaca regionale

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016
caduceo

Caduceo d’Oro 2016: l’innovazione sostenibile

Mariangela Lomastro8 novembre 2016
Confconsumatori

ConfConsumatori parte offesa nel precedimento sul disastro ferroviario

Antonio Catacchio27 settembre 2016
Tragedia

Tragedia ferroviaria sulla tratta Corato/Barletta

Francesco Tiberio13 luglio 2016
vincenzo matarrese

Addio a Vincenzo Matarrese: domani 15 giugno i funerali nella Cattedrale di San Sabino

Antonio Catacchio14 giugno 2016

Decaro di parola: in arrivo le telecamere sui bus

Mariangela Lomastro31 marzo 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it