Costume & Società

Avanti con il baratto! La ricetta di Rimini contro la crisi

Avanti con il baratto! La ricetta di Rimini contro la crisi
Antonio Catacchio

di Antonio Catacchio
A febbraio 2014, a Rimini, a distanza di oltre 2.000 anni dalla prima volta in cui venne introdotto, nella stessa città, all’epoca di Roma Imperiale, parte ufficialmente la sperimentazione del Progetto Quinc. L’iniziativa della Camera di Commercio, della Provincia di Rimini e delle Associazioni di categoria riminesi, prevede la costituzione di una rete locale comprendente tutte le categorie merceologiche (lavoro, trasporti, alimentazione, energia, salute, ecc.) finalizzata a contrastare la crisi di liquidità che sta colpendo imprese e consumatori garantendo, mediante transazioni commerciali non monetarie, la massima fluidità e continuità degli scambi commerciali tra gli aderenti.
Fino a giugno 2014 è possibile, infatti, iscriversi gratuitamente al circuito compilando moduli cartacei o telematici direttamente sul sito Retequinc.it.
Per avviare le attività di scambio, ogni azienda aderente al circuito è dotata di un conto iniziale di 10.000 unità di conto (i cosiddetti quinc del valore di circa 1 euro ciascuno) non convertibili in moneta corrente.

Le aziende possono scambiarsi, tra loro, beni e servizi vendendoli ed acquistandoli in parte in euro ed in parte in quinc.
Gli sconti praticati (liberi e volontari) non costituiscono perdita di valore, sono immediatamente disponibili e possono essere riutilizzati per l’acquisto di altri beni e servizi nell’ambito della stessa rete locale. Essi, configurandosi come riduzioni incondizionate di prezzo, non concorrono alla base imponibile e pertanto sono esenti da IVA.
Praticamente si ritorna all’antico principio del baratto (basato sull’attuale strumento della permuta previsto dal Codice Civile) che si rivitalizza virtuosamente perché consente il moltiplicarsi delle interazioni tra le aziende aderenti: dal semplice ed unilaterale scambio di una cosa contro un’altra cosa, si trasforma nello scambio di un bene o un servizio con una miriade di ulteriori beni e servizi di aziende all’interno del circuito, dando vita ad un vero e proprio baratto multilaterale.

Il tutto è accompagnato da una piattaforma informatica, continuamente assistita, che semplifica la gestione delle transazioni favorendo la crescita del sistema di scambio nella sua globalità.
Il vantaggio principale sta proprio nella riduzione della necessità di utilizzare gli euro nelle transazioni commerciali di beni e servizi con il conseguente aumento degli scambi.
Alla fase sperimentale, che terminerà coeme detto a giugno 2014, seguirà la seconda fase relativa all’estensione del principio del baratto al mercato Business to Consumer (B2C), il tutto favorito dai moderni mezzi informatici a disposizione.
E’ proprio vero che la necessità aguzza l’ingegno!

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Costume & Società
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it