Arte, cultura e spettacolo

Il Carnevale in Puglia: tradizioni e appuntamenti

Il Carnevale in Puglia: tradizioni e appuntamenti

di Francesca Cataldo
Il Carnevale è indubbiamente la festa più gioiosa e dolce da festeggiare durante l’anno. Tra mascheramenti, scherzi, balli, sfilate variopinte e specialità dolciarie, è la festa d’allegria per eccellenza. Certamente non è facile indagare sulle origini di questa festa, ma di sicuro sappiamo che le sue tracce storiche sono ben permeate anche nella nostra regione. Il titolo di Carnevale pugliese in assoluto è sicuramente da attribuire alla città di Putignano, che quest’anno giunge alla 620esima edizione. La Fondazione Carnevale di Putignano ha scelto quest’anno di rendere omaggio a Giuseppe Verdi, in occasione del bicentenario della sua nascita, riportando alla luce le opere del compositore emiliano per creare nuove suggestioni fra tradizione e innovazione. I sette carri allegorici, infatti, portano il nome delle sue opere: “La Travagliata”, “LAida Dinastia”, “Rigoletto”, “Ride bene chi ride la risata final”, “Un ballo in maschera”, “Va’ pensiero”, e “Va’ sull’ali dorate”. Questi sono i titolo attribuiti dal maestri cartapestai alle loro opere.

Quattro sono le giornate in cui i gruppi variopinti e gli straordinari carri avranno la possibilità di mettersi in mostra davanti ai milioni di visitatori che si riversano, come ogni anno, nelle strade della città: domenica 23 febbraio (ore 11), domenica 2 marzo (ore 11), martedì 4 marzo (ore 19) e domenica 9 marzo (ore 11), dove avrà luogo l’ultima sfilata e il successivo funerale del Carnevale e la premiazione del carro allegorico vincitore. Di altrettanta importanza e rilevanza si presenta la 61esima edizione del Carnevale di Massafra o anche detta “Magia dello Jonio”. Questo perché, a differenza degli altri carnevali, la maggior parte del corso mascherato non è transennato e cittadini e forestieri partecipano direttamente all’animazione e al divertimento, stimolati dalle coreografie e dalle scenografie dei carri e dei gruppi allegorici che sfilano lungo corso Roma. Il Carnevale di Massafra inizia per tradizione plurisecolare il 17 gennaio, giorno in cui ricorre la festa di Sant’Antonio Abate, da cui deriva il detto popolare: “De Sant’Antuone, maschere e suòne”. In questa giornata, i contadini, i massari e le donne di casa, conducevano il loro bestiame all’annuale cerimonia della benedizione degli animali domestici e da lavoro.

Quest’anno, il programma vede l’apertura del Carnevale domenica 23 febbraio con la sfilata “NOSTRE MERAVIGLIE” a cui partecipano in maschera tutte le scuole. A seguire domenica 2 marzo e martedì 4 marzo, alle ore 17.30 si terranno la 1^ e la 2^ SFILATA DEI GRUPPI MASCHERATI, DELLE MASCHERE DI CARATTERE E DEI GIGANTESCHI CARRI ALLEGORICI. Scendendo nel Salento, famoso è il Carnevale di Gallipoli, giunto alle 73esima edizione. La maschera più caratteristica è Teodoro “Lu Tidoru”, giovane ragazzo gallipolino che durante i festeggiamenti riuscì a mangiare, in quel Martedì Grasso, così tante salsicce e tante di quelle polpette che ne rimase strozzato. Ed ogni anno mantenendo fede alla tradizione, durante la sfilata, viene rievocato il tragico evento accompagnato da una banda musicale, a dir poco sgangherata, e da un codazzo di giovani vergini disperate dal dolore che lo piangono con urla e grida.

Domenica 23 febbraio e 2 marzo, alle ore 15.30, si terranno le due parate “THE DISNEY MUSIC CELEBRATION” e in conclusione dei festeggiamenti lunedì 3 marzo alle ore 22.00 si terrà la seconda edizione del Carnevalissimo, la più grande festa in maschera salentina, sita nella suggestiva cornice del Lido San Giovanni di Gallipoli. Ma le città pugliesi in cui la tradizione carnevalesca è affermata ed estremamente sentita sono tante, vedi Manfredonia (alla 61esima edizione), Bitetto (alla 25esima edizione e famosa per la “Morte du Mnnour”), Grumo Appula (alla 40esima edizione del Carnevale dei bambini), Corato (nota per le tradizionali maschere di “Vecchierelle”,“Panzoni” e “Sceriffi”). Città che, a partire dal 23 febbraio, esploderanno di suoni, colori, maschere e coriandoli.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018
Pierfrancesco Favino

Bifest 2018: Pierfrancesco Favino e l’essenza dell’attore

Tiziana Di Gravina22 aprile 2018
festival del cinema europeo

FceLecce 2018: il Miglior film è della francese Marie Garel-Weiss

Tiziana Di Gravina15 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it