Cronaca

Macedonia: pene più severe e castrazione chimica per i pedofili

Macedonia: pene più severe e castrazione chimica per i pedofili
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
In seguito a preoccupanti dati statistici che hanno rivelato una drammatica escalation di abusi sessuali (più di duecento) ai danni di minori, il governo macedone è stato il primo, di tutta la zona balcanica, ad emanare più drastici provvedimenti nei confronti dei colpevoli di atti di pedofilia. Partendo da un minimo di 20 anni arrivando a pene che raggiungono i 40 anni di reclusione per i pedofili condannati in prima istanza, la legge prevede ora la castrazione chimica obbligatoria per i criminali recidivi, ossia la somministrazione di ormoni che inibiscono il desiderio sessuale.

L’utilizzo del trattamento farmacologico ha incontrato però l’opposizione di diverse organizzazioni non governative che invitano a riflettere sulle conseguenze e sugli effetti permanenti che esso comporta, sottolineando inoltre che in molti altri Paesi in cui la procedura è consentita per legge, essa è perpetrata solamente con il consenso del condannato. In Macedonia la castrazione chimica è invece obbligatoria. La proposta è partita dal premier Nikola Gruevsky in concomitanza con l’ipotesi di pubblicare una lista consultabile liberamente sul web recante le generalità di tutti coloro i quali contano già accuse di pedofilia: anche in questo caso sono state accese le polemiche che sottolineavano una palese violazione della privacy.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it