Cronaca

Turchia: Erdagan oscura Twitter

Turchia: Erdagan oscura Twitter
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
Il conservatore Recep Tayyip Erdogan, primo ministro turco, in linea con la sua personale battaglia contro i social network, ha oscurato Twitter in buona parte del Paese.  L’operazione di blocco è stata affidata ad un ente statale dedicato alla tecnologia e alle comunicazioni, che già in passato si era occupato di mettere a punto procedure simili.  Nemmeno per Erdogano è la prima volta che si confronta, utilizzando il pugno di ferro, con i tanti turchi che navigano su internet, il premier ha infatti promosso una legge decisamente censoria nei confronti del web. Gli utenti turchi si sono ora ritrovati a non poter accedere al social network da 140 caratteri, fatta eccezione per coloro i quali sono riusciti a scavalcare il problema mediante la modifica del DNS.

L’odio del primo ministro per la piattaforma sociale, ribadito durante uno dei comizi della sua campagna elettorale tenutasi a Bursa, è stato incrementato dalla diffusione, avvenuta proprio attraverso le piattaforme sociali, di alcune intercettazioni telefoniche. Queste sono state utilizzate dagli oppositori politici di Erdagan al fine di muovere contro il premier pesanti accuse di corruzione. A questo proposito, dunque, non sono mancate minacce di censura nemmeno verso due colossi del social: Facebook e Youtube. Da parte sua, intanto, Twitter ha avviato delle indagini in modo da verificare in che maniera le registrazioni, che Erdagan ha dichiarato essere false e montate al fine di incastrarlo, siano state diffuse tramite la piattaforma, ma contemporaneamente fornisce agli utenti turchi la possibilità di continuare a twittare sfruttando il servizio via SMS. Il tutto è fruibile sulla sua divisione denominata “Policy”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it