Arte, cultura e spettacolo

Bari sul red carpet, inizia il Bif&st 2014

Bari sul red carpet, inizia il Bif&st 2014
Daniele D'Amico

di Daniele D’Amico
Il countdown è terminato, nella giornata di ieri si è aperto il sipario sulla quinta edizione del Bif&st, Festival internazionale del Cinema di Bari, diretto da Felice Laudadio. Da ieri fino al 12 aprile nel capoluogo pugliese saranno in programma 338 diversi appuntamenti, con la proiezione di 155 lungometraggi (incluse le repliche). 88 sono gli eventi dedicati a ricordare la figura e l’arte di uno dei più grandi attori della storia del cinema: “Gian Maria Volonté“, a vent’anni dalla sua scomparsa. Lo sguardo penetrante di Gian Maria Volonté al teatro Margherita di Bari, meraviglioso palcoscenico sul mare, che si mette per la prima volta a disposizione del Bif&st con una raccolta di fotografie sull’attore torinese, oltre alle locandine dei suoi film provenienti dalla Mediateca regionale pugliese. Luogo simbolo di questa edizione del Bif&st è certamente piazza del Ferrarese con le gigantografie dei protagonisti delle passate edizioni che compongono il red carpet e con altri scatti fotografici in sala Murat.

Il cuore della rassegna cinematografica è proprio all’ingresso del borgo antico, d’altronde non poteva essere diversamente: la storia del cinema si mescola con la storia di una città che sta facendo di tutto per essere il centro della cutura in Puglia. Continuando con il programma, per la sezione documentari sono previste 53 proiezioni e per i cortometraggi 44. Due infine le tavole rotonde, una organizzata dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici presieduto da Laura Delli Colli che affronterà l’argomento della promozione del cinema italiano all’estero, l’altra, del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, sarà presieduta da Franco Montini, giornalista e critico. Tema:“ Dov’è la vera critica cinematografica?”. L’inaugurazione ufficiale del Bif&st 2014 si è tenuta in serata, non poteva esserci cornice migliore del Teatro Petruzzelli per la presentazione in anteprima assoluta italiana del film “Noah” di Darren Aronofsky, un adattamento cinematografico della classica storia di coraggio, sacrificio e speranza dell’Arca di Noè, narrata nell’Antico Testamento all’interno della Bibbia. Uscito nei giorni scorsi negli Stati Uniti “Noah” ha battuto il record di incassi del week-end con 44 milioni di dollari.

L’attore premio Oscar Russell Crowe interpreta Noè, il prescelto da Dio per intraprendere una missione epocale di salvezza, prima che un diluvio apocalittico distrugga il mondo. Tra gli ospiti presenti al Petruzzelli: Giuliano Montaldo, Valeria Golino, Nicola Giuliano, Roberto Faenza, Paolo Virzì, Micaela Ramazzotti, Ettore Scola (presidente del festival), Giuseppe Battiston, Andrea Osvart, Marco Simon Puccioni e il Presidente della regione Puglia Nichi Vendola. Tra gli eventi di ieri, alle 13.00 si è tenuta al teatro Margherita la conferenza stampa del cast di “Unique” documentario del regista pugliese Gianni Torres con Mariela Castro ed Emily De Salve, prodotto da Altreproduzioni con il sostegno dell’Apulia Film Commission. Il lungometraggio racconta 5 storie uniche al mondo per comprendere il presente e il futuro del transgenderismo, tema quanto mai attuale nella sociètà odierna. A metà pomeriggio presso il cinema Galleria omaggio dei fratelli Vanzina a Gian Maria Volontè.

Che hanno in comune i fratelli Vanzina e Gian Maria Volonté? Apparentemente ben poco, ma in realtà tra di loro c’è stato un film come “Tre colonne in cronaca” del 1990 di cui si è parlato nell’ incontro moderato da Maria Pia Fusco, dopo la visione. Carlo Vanzina  rivela di un’occasione mancata con l’attore milanese: “Volonté avrebbe voluto fare Don Chisciotte con me e con Sancho Panza interpretato da Paolo Villaggio, ma poi non se ne fece nulla. Su questo personaggio c’è come una maledizione”. Bari si è traformata nella capitale del Cinema, cosi passeggiando tra le strade del Bif&st incotro il regista Paolo Virzì. “I festival sono sempre occasioni per festeggiare l’arte cinematografica e per mettere in relazione chi ama il cinema con chi lo produce” questa la risposta alla domanda che gli ho posto percorrendo qualche metro di strada insieme.

Qui, la video intervista a Gianni Torres:

Visualizza Commenti (2)

2 Comments

  1. Pingback: Bif&st 2014, Sergio Castellitto: “il cinema imprime la memoria” | Il Corriere delle Puglie – NEWS

  2. Pingback: Taranto: più di 7000 in marcia contro l’inquinamento | Il Corriere delle Puglie – NEWS

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arte, cultura e spettacolo
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it