Costume & Società

Pasqua, salviamo gli agnelli: il menù che piacerebbe alla Brambilla

Pasqua, salviamo gli agnelli: il menù che piacerebbe alla Brambilla
Candido Marinelli

di Candido Marinelli
4 milioni di agnelli uccisi ogni anno in Italia. 800 mila solo nel periodo delle festività pasquali. Cuccioli di pochi mesi di vita, maltrattati, separati dalle madri e trasportati, spesso in condizioni tali da esporli a lesioni o sofferenze inutili. Tutto ciò per riempiere i piatti della tradizione dopo una fine violenta. Il 12 aprile a Milano, la OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animale), ha organizzato un presidio contro quella che, giustificata dai numeri, è sempre più una mattanza. Era presente anche l’ex Ministro e attuale deputato di Forza Italia, Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente (LEIDAA), che qualche giorno fa ha presentato il suo progetto di legge alla Camera, per vietare la macellazione e la commercializzazione a fini alimentari di animali inferiori ai sei mesi. L’idea di vedere la vostra tavola in festa priva del suo ingrediente principe vi ha spaventato?

Noi vi proponiamo un menù che è una sfida al “sacrificio” mascherato da omaggio alle tradizioni culinarie della Pasqua. E lo faremo, come la nostra preziosa ospite ha dichiarato e che presto vi presenteremo, non discostandoci troppo da come è consuetudine immaginare le nostre tavole imbandite a festa. “Bolognese e lasagne sono piatti ricorrenti, ma io li ho resi Cruelty Free, liberi da qualunque forma di crudeltà celata, più leggeri e digeribili, senza trascurare il gusto che sono sicura vi sorprenderà”. Lei è Daniela D’Attolico, studentessa alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Bari e titolare di un seguitissimo Food profile su Instagram. In pochi mesi, i suoi coloratissimo piatti vegetariani e vegani, rigorosamente firmati con il suo hashtag di riferimento #bravadaniela, hanno attirato seguaci e sostenitori da tutto il mondo. Non una professionista del settore, dunque, e con ben altre aspirazioni di vita. Daniela rappresenta una rivoluzione culturale in atto che ha trovato terreno fertile con l’avvento dei social network  e non per questo da sottovalutare come una moda passeggera.

Consapevole che il suo fisico minuto possa far sorgere domande sulla sua scelta alimentare, anticipa la questione. “Spesso mi chiedono: come fai con le proteine? E gli aminoacidi essenziali? E il ferro? Sono piuttosto magrolina, quindi erroneamente si pensa che possa sentirmi male o indebolirmi per qualche carenza. Beh, vi assicuro che le mie analisi sono perfette, monitoro spesso tutti i miei parametri, non per fobia, ma per una semplice curiosità che ho in questo campo. Gli animali più possenti del mondo sono VEGANI: elefanti, gorilla. Loro prendono tutto le proteine di cui hanno bisogno da radici e foglie. Quella che, tra l’altro, era la nostra alimentazione primitiva, e questo è ancora oggi testimoniato dalla nostra dentatura e dal nostro apparato digerente, assolutamente inadatto a masticare e digerire carne.

Qui sotto troverete le ricette del menù del pranzo di Pasqua di #bravadaniela in esclusiva per i lettori del Corriere delle Puglie, con gli ingredienti, il costo (noterete quanto sia anche economico, oltre che sano), i consigli pratici e le foto di riferimento. Una cucina che saprà stupire i palati più esigenti di tutte l’età. “La mia famiglia è sempre stata attenta ai miei bisogni, di qualsiasi genere, ed anche in questo caso hanno ben accolto le mie proposte ed i miei desideri. Anzi, senza alcuna persuasione da parte mia, spesso mangiamo tutti la stessa cosa, senza distinzioni. Per mia nonna è stato un po’ diverso, come si potrebbe facilmente immaginare! Ma anche lei, pian piano ha accettato la mia scelta. So di averla messa in crisi profonda per i pranzi domenicali, ma si è adattata anche lei alla mia nuova alimentazione, spesso prepara piatti speciali solo per me… la sua strana nipotina.”

Primo (vegano) Paccheri alla bolognese di tofu. COSTO: ECONOMICO – Paccheri – passata di pomodoro -1 sedano – cipolla – 2 carote – olio – sale q.b. – 100 g di tofu.
Primo (vegetariano) Lasagne COSTO: MEDIO – Sfoglie per Lasagne – Passata di pomodoro – Besciamella (per la quale occorre latte, farina, burro, noce moscata) – Granulato di soia (l’ingrediente chiave che sostituisce la carne macinata, va semplicemente bollito e strizzato) – pisellini in scatola.
Secondo (Vegano) Verdure ripiene. COSTO: MEDIO – Verdure come Melanzane, Zucchine, Peperoni – Granulato di soia – Margarina – Pan grattato – Pomodorini – Sale.
Secondo (Vegetariano): Medaglioni di ceci. COSTO: MEDIO – 250 gr Ceci in scatola – 1 uovo – 1 cuc.no senape -1/2 cipolla – aglio – pomodorini – basilico – sale q.b. – 1 fetta di pan carrè – pan grattato. Frullare il tutto ed ottenere un impasto con cui dare forma ai medaglioni di ceci, che possono essere arrostiti o fritti a piacere.
Dessert (Vegano) Crazy Cake. COSTO: SUPER-ECONOMICO -180 gr farina – 180 gr zucchero -1 cuc.no bicarbonato – 1 pizzico sale – 80 ml olio -1 cucchiaio aceto di mele – 250 gr acqua.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it