Cronaca

1 maggio a Taranto: una saga del Paese… reale

1 maggio a Taranto: una saga del Paese… reale

di Teresa Manuzzi
No, un evento non cambia le cose, ma può cambiare il modo di vedere delle persone; e le persone, loro sì, cambiano le cose. Per questo motivo, sul palco del Primo Maggio di Taranto, oltre alla buona musica, sono salite tante persone, tanti italiani da cui prendere esempio. No, in barba a tutte le polemiche scatenate dal triste Tweet della CSL non è stata una “Saga paesana“, bensì una saga del Paese… reale e dei suoi lavoratori, dei suoi cittadini. Come un libro a puntate, infatti, gli interventi degli esponenti di vari movimenti sono giunti sul palco del concerto di Taranto da tutta Italia e da lì hanno restituito al pubblico il loro dolore, le loro storie di ordinaria resistenza, di ordinaria malapolitica, di ordinaria malasanità, di ordinario inquinamento, di ordinario lavoro in fabbriche malsane. Sì, è stata la saga del Paese reale, ogni intrervento era come un pezzo di un unico puzzle. Hanno preso la parola gli esponenti di: No Muos, Terra dei Fuochi, No al Carbone Brindisi, Coordinamento Acqua Pubblica Abruzzo, No Triv Basilicata, Via il Carbone La Spezia, No Smog Trieste, Terra dei Vel-Eni-Crotone ci mette la faccia. Chiedevano tutti le stesse cose: salute, bonifiche e la possibilità di poter accedere alle cure.

Tina De Raffaele-Crotone ci mette la faccia
Un Paese che ci obbliga a rendere pubblico il nostro lutto che preferiremmo preservare dagli sguardi degli estranei, non è un Paese sano. La piazza si commuove quando prende la parola “Tina De Raffaele”, una donna di Crotone che quando ha scoperto di essere malata di cancro ha deciso di creare una pagina Facebook. I crotonesi lì hanno trovato un luogo nel quale raccontarsi, e un’intera città ha trovato un mezzo per uscire dal proprio isolamento e raccontare il dolore privato. Il dolore che è stato ben presto trasformato in lotta. Sì perchè quando parliamo di malattia parliamo di lotta non solo contro gli inquinatori, ma anche per l’accesso alle cure. Spesso, soprattutto nel sud, accedere alle cure non è facile, devi affrontare viaggi di diversi chilometri, attendere in sale d’aspetto gremite di gente. La chemio debilita, l’attesa e i lunghi viaggi frustrano.

Coordinamento Acqua Pubblica Abruzzo
Una saga interminabile che non ha risparmiato nessuna regione. Neanche l’Abruzzo, sul palco si parla dell’ex polo chimico Montecatini Edison di Bussi che per anni ha interrato rifiuti tossici in quella zona. Stiamo parlando di “una discarica di circa trenta ettari […] dove sono state interrate quasi 1 milione 800mila tonnellate di rifiuti tossici e scarti industriali della produzione di cloro, soda, varechina, formaldeide, perclorati e cloruro di ammonio”. Queste sostanze hanno poi inquinato le falde e l’acqua potabile che circa 700mila persone hanno continuato a bere per anni.

No Smog Trieste
Ma neanche il Nord si esime dalla triste saga del Paese. Quella che è stata chiamata “l’ILVA del Nord-Est” è la Ferriera di Servola, a Trieste, dove la cokeria sbuffa a poche centinaia di metri dai palazzi.

Orinaria resistenza
Il concerto è stato quindi il pretesto per ricucire, per unire le forze, per mettere in atto un piano di azione nazionale capace di guardare all’Europa. Sì, occorre guardare all’Europa perchè le risposte offerte dalla politica locale e nazionale non sono certo state a favore dei cittadini, e il decreto “Destinazione Italia” è solo l’ultimo esempio dell’azione seguita dalla politica italiana in questi anni. Adesso i 100mila sono tornati a casa, ma nelle orecchie ancora risuona la voce di Fiorella Mannoia “Io non ho paura“.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it