13 maggio Giovinazzo – Bari e 14 maggio Taranto – Viggiano"> Giro d'Italia: le prime due tappe nazionali sono pugliesi13 maggio Giovinazzo - Bari e 14 maggio Taranto - Viggiano - Il Corriere delle Puglie - NEWS
Arte, cultura e spettacolo

Giro d’Italia: le prime due tappe nazionali sono pugliesi
13 maggio Giovinazzo – Bari e 14 maggio Taranto – Viggiano

Giro d’Italia: le prime due tappe nazionali sono pugliesi
13 maggio Giovinazzo – Bari e 14 maggio Taranto – Viggiano

di Margherita Calò
È la quarta volta nella storia del Giro d’Italia, se consideriamo l’edizione che tra pochi giorni inizierà, che la Puglia inaugura la gara con una delle sue meravigliose terre.  L’apertura della novantasettesima edizione, quella di quest’anno, è in realtà affidata a strade straniere. La prima tappa del Giro d’Italia 2014 si terrà il 9 Maggio sul percorso cittadino di Belfast con un crono a squadre di 21 km e 700 metri. Il percorso irlandese continuerà fino alla terza tappa che si concluderà a Dublino l’11 Maggio. Dopo un giorno di riposo per i partecipanti della Corsa Rosa, il Giro d’Italia approderà finalmente sulla Penisola: la prima tappa italiana parte da Giovinazzo e vedrà sfrecciare le due ruote per 201 km. Bari rappresenterà l’approdo della Carovana Rosa. Un percorso semplice, data la mancanza di difficoltà altimetriche, che toccherà anche Molfetta e Bitonto e permetterà ai partecipanti di raggiungere velocità da record.


GIRO D’ITALIA IN PUGLIA

La presenza della Puglia nella Competizione Rosa, 46 volte nelle 97 edizioni, comincia nel 1911 a due anni dalla sua inaugurazione. La tappa numero 10 Sulmona-Bari vede esultare Carlo Galetti, vincitore poi dell’intera Gara. Si torna a Bari nel 1913 con la sesta tappa Bari-Campobasso e nel 1914 con quella Bari-L’Aquila e i suoi 428 km. La Prima Guerra Mondiale dichiara lo stop ciclistico. Sarà il 1919 a dare vita alla settima edizione in maglia rosa: la Puglia scende in campo dal 1924 al 1929 e dal 1932 al 1937. Sono gli anni di Binda e del suo record assoluto: cinque volte campione del Giro d’Italia (1925, 1927, 1928, 1928, 1933), record poi eguagliato da Fausto Coppi ed Eddy Merckx. Taranto, Lecce, Foggia, San Severo e Bari accolgono queste dodici edizioni del Giro prima del secondo conflitto bellico. A singhiozzo dal 1947 al 1967 Foggia e Bari si contendono altre sette edizioni  lasciando spazio a Taranto proprio nel ’67 con la tappa numero nove Cosenza- Taranto.

Il 1971 è un anno da ricordare: le prime due tappe appartengono interamente al tacco dello stivale. Il 20 Maggio il via da Lecce fino a Brindisi con il cronometro a squadre. La prima tappa Brindisi-Bari è di 175 km, la seconda parte da Bari e termina nella regione Basilicata con 260 km fino a Potenza. Tra gli anni ’70 e ’80 la Puglia si aggiudica altre 12 edizioni. È il 1990 a regalare l’onore a Bari di aprire le danze ciclistiche: Bari-Bari (13 km) e Bari-Sala Consilina (239 km). Dopo cinque anni, alla 78^ edizione, Trani e Taranto si dividono il privilegio rosa nella sesta e nella settima tappa. Dal 1997 al 1999 Taranto, Lecce e Foggia si lasciano calpestare dalle due ruote dei partecipanti, lasciando a Lucera il compito di accogliere la fortunata gara nel secolo nuovo: siamo nel 2001 e il ciclista Gilberto Simoni ha trent’anni quando alza al cielo il Trofeo Senza Fine. Dopo due anni torna a indossare la maglia rosa e la Puglia torna ad essere la prima tappa del prestigioso Giro: Lecce-Lecce (201 km); la seconda parte da Copertino, comune salentino di circa 24.000 abitanti.

Gli ultimi anni in cui la Puglia vanta la sua presenza nella Carovana Rosa sono il 2006 con la 10^ tappa Termoli-Peschici; il 2010 la cui tappa numero 10 termina a Bitonto per poi ripartire, il giorno seguente, da Lucera; il 2013 concede la partenza della 6^ tappa a Mola di Bari e l’arrivo a Margherita di Savoia. Il 2014 è l’anno della quarta tappa, ma è come se iniziasse sul serio proprio il 13 Maggio: le prime tre tappe irlandesi non conteranno più non appena le biciclette approderanno in Italia e ripartiranno da Giovinazzo. Il calore pugliese le accompagnerà per 201 km fino a Bari. Taranto, poi, accoglierà il passaggio del testimone fino a Viggiano per un percorso di 200 km e lascerà che la competizione continui tra i colori e i profumi d’Italia.

IL GIOCO DI SQUADRA DI 4 COMUNI
Sulla scia delle due ruote il territorio barese ne approfitterà per mostrare all’Italia e all’estero le bellezze che da sempre caratterizzano il tacco dello stivale del “Bel Paese”.

Giovinazzo, Bari, Bitonto e Molfetta fanno squadra:” l’unico vero capitano è il territorio“, come ha dichiarato il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma. Oltre 1000 giornalisti accreditati da tutto il mondo, circa 540 TV, 1.200.000.000 gli spettatori: non sono solo numeri, ma la possibilità concreta di promuove il turismo, le tradizioni, le bellezze artistiche, l’artigianato, l’economia. Lo sport e il turismo sono le due ruote della bicicletta-Puglia: lo hanno ben capito i quattro comuni coinvolti che da subito hanno dato il via a numerose manifestazioni collaterali che termineranno con la “Notte rosa” nel centro storico giovinazzese. Non mancheranno gli stand degli undici Gal aderenti al progetto “Corto Circuito” e del Gac “Terre di Mare”; gusto, arte, musica e quanto di meglio hanno da offrire le quattro città complici, troveranno ubicazione tra le strade giovinazzesi. L’aria di festa sarà palpabile in quella notte ed esploderà nella mattina del 13 Maggio. La nota street band molfettese, “Route 99 – Notes on the Road”, sarà la band ufficiale della prima tappa italiana del Giro d’Italia: a ritmo di funky, blues e jazz renderà l’evento ancora più frizzante ed unico.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it