Arte, cultura e spettacolo

Bestemmie in diretta durante la messa del Santo Padre a Caserta

Bestemmie in diretta durante la messa del Santo Padre a Caserta
Federica Bartoli

di Federica Bartoli
Lo scorso 26 luglio, la prima visita pastorale del Pontefice in Campania è stata spiacevolmente accompagnata da un evento che certamente resterà memorabile: immediatamente dopo la fine dell’omelia, i telespettatori sintonizzati su TV2000, l’emittente televisiva sovrintesa dalla CEI (Conferenza Episcopale Italiana) che ha trasmesso in diretta la messa di Francesco, hanno loro malgrado ascoltato bestemmie e imprecazioni, insieme a voci di sottofondo intercettate da un microfono lasciato aperto.

La vicenda ha provocato non indifferente scalpore tra i fruitori della trasmissione ed il pubblico dell’emittente, la quale è stata invasa dalle proteste e dal consueto innescarsi di polemiche, scomode specie in seguito al recente cambio della guardia in seno alla direzione di TV2000: Dino Boffo infatti, in carica fino al febbraio 2014, è stato sostituito lo scorso 28 aprile da Paolo Ruffini.
Il direttore di recente in carica, mortificato a causa della spiacevole vicenda, ha però prontamente rettificato la posizione dell’emittente in una lettera inviata al “Fatto Quotidiano”: rinnovando le proprie scuse nei confronti dei telespettatori, Ruffini ha tenuto a precisare che pur trattandosi di turpiloquio vanamente mascherato dalla regia che ha eliminato l’audio per qualche minuto, in realtà non è stata né udita né pronunciata alcuna bestemmia; ciò che è andato in onda è stata la “reazione impulsiva” di un tecnico in un momento di difficoltà.

Ugualmente risentita la reazione dei due telecronisti, don Filippo di Giacomo e Monica di Loreto i quali si sono ripetutamente scusati con il pubblico per quelle parole definite “irriferibili”.
La celebrazione è stata officiata nel piazzale antistante la reggia di Caserta, non troppo distante da quei cinquantasette comuni che compongono quella che oramai è celebre col nome di “Terra dei fuochi”, concernente le province di Napoli e Caserta danneggiate dai rifiuti tossici e dai conseguenti roghi che ne compromettono pesantemente l’incolumità dell’ambiente; recente è inoltre l’invettiva del Santo Padre contro ogni forma di criminalità organizzata per la quale il Papa aveva parlato di scomunica.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it