Arte, cultura e spettacolo

“Happy Dentro”: il 1° video realizzato in una Casa Circondariale

“Happy Dentro”: il 1° video realizzato in una Casa Circondariale

di Francesca Cataldo
E’ online da poche ore, su YouTube, il video “Happy Dentro”, che vede protagonisti i detenuti della Casa Circondariale Luigi Bodenza di Catania. Sicuramente tra tutti i video girati sulle note di Happy di Pharrell William, divertenti, scherzosi, ironici, questo è il primo nel suo genere. Il filmato, realizzato nei corsi professionali Anfe regionale di Fotografia dal regista Paolo Andolina, racconta piccoli spezzoni di vita quotidiana “reclusa”. Si alternano scene di detenuti in cella che fanno ginnastica con mezzi di fortuna, che preparano, sempre in cella, una succulenta passata di pomodoro o stirano utilizzando un’impensabile caffettiera.

L’intento del regista non è di certo quello di mostare senza veli la detenzione come una realtà fatta di privazioni e di sofferenze, piuttosto come un luogo in cui il tentativo di essere felici o di “evadere” mentalmente, seppur per qualche minuto, è sempre vivo e forte. “Durante le riprese, che sono durate una quindicina di giorni, abbiamo verificato che la musica e il ‘fare’ creano un’ armonia che diventa nutrimento per l’Anima – dice Paolo Andolina – Il titolo, ‘Happy dentro’, racconta, infatti, giocando sul doppio senso, che dentro, si può provare ad essere allegri”. Ad accogliere la richiesta dell’Ente che ha promosso il progetto, oltre ai detenuti, anche il Direttore della Casa Circondariale, Letizia Bellelli, il comandante della Polizia Penitenziaria, Giuseppe Scarlata ed alcuni agenti.

La Bellelli ha voluto precisare che la possibilità di girare un video con i detenuti, non deve assolutamente intendersi come un approccio spensierato alla gestione degli stessi: “Lungi dal volere rappresentare un’immagine edulcorata ed esageratamente spensierata della realtà penitenziaria, la partecipazione, seppure con i nostri tempi, al “fenomeno virale Happy” anche da parte della nostra comunità penitenziaria la rende meno chiusa, isolata, separata. E poi, come diceva qualcuno, non è forse dall’ironia che nasce la libertà?”

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

noreka

ARS, tra cultura e divertimento

Francesco Tiberio4 dicembre 2018
stan-lee2

Muore Stan Lee, padre dei supereroi

Francesco Tiberio15 novembre 2018
Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it