Lavoro & coaching

10 comportamenti per il successo di un imprenditore

10 comportamenti per il successo di un imprenditore
Pasquale Adamo

di Pasquale Adamo
Qualche giorno fa, mi è capitato di leggere un articolo che si soffermava sulle cause che portano al fallimento di un imprenditore. Ho condiviso pienamente le ragioni individuate, ma come spesso accade in questi articoli, non vi erano le soluzioni!
Dal mio punto di vista, è importante individuare quello che “non va”, tutto ciò che è “limitante” per la realizzazione professionale, ma è essenziale dare indicazioni anche su quelle che sono le strategie per avere successo!

L’idea è quella di fornire un vademecum per la realizzazione e il successo professionale, che si concentri su quello che bisogna fare, piuttosto che su quello che NON bisogna fare!


1. TROVARE MOTIVAZIONI: se è vero che le scuse non servono per giustificare i propri fallimenti, è anche vero che solo l’auto-motivazione può portarci al successo. Quando decidi di essere un libero professionista e un imprenditore, tutto quello che fai ti deve motivare profondamente, altreminti finirai per abbandonarlo o farlo male!

2. INDIVIDUA LE TUE AREE DI MIGLIORAMENTO: prendersela con gli altri non serve a nulla! Ma nemmeno con se stessi! E’ importante, piuttosto, capire cosa si può migliorare di se stessi, in un continuo processo di crescita e sviluppo personale/professionale.

3. DARSI DELLE PRIORITA‘: individua le tue priorità. Tutti noi abbiamo molteplici impegni, diverse passioni, differenti obeittivi. Per avere successo nella tua vita professionale devi essere in grado di stabilire con ordine e rigore le tue priorità.

4. APRITI AL CONFRONTO: non ti chiudere nella tua torre d’avorio, altrimenti prima o poi, crollerà! Piuttosto, agevola e cerca occasioni di confronto. Esso è fonte di arricchimento, ispirazione e conoscenze reciproche.


5. DECISION MAKING: come professionista e imprenditore ti troverai innumerevoli volte nelle condizioni di dover prendere una decisione, di dover fare delle scelte. Quindi devi sviluppare, necessariamente, un’abilità nel saper prendere decisioni. Non puoi rimandare all’infinito le tue scelte, nè attendere di avere la certezza di prendere la decisione giusta.


6. FLESSIBILITA’: e se sbagli nel prendere quella decisione? Devi essere flessibili e adattarti alle situazioni. La rigidità e l’arroccarsi sulle proprie idee mentre tutto intorno cambia, porta all’estinzione! La flessibilità è una qualità importante per un imprenditore, ti consente di adeguarti al contesto in cui ti trovi e trovare le risposte migliori all’ambiente che ti circonda!

7. FAI SQUADRA: le tue risorse umane prima di tutto! Che si tratti di collaboratori, operai, dipendenti, consulenti, etc. ricordati che devi costruire CON loro il tuo successo e che spesso, la tua realizzazione passa anche attraverso le persone che ti circondano. Poter contare su Risorse affiatate, fidelizzate ed entusiaste di lavorare con te, è un valore aggiunto inestimabile per la tua azienda.

8. ORGANIZZAZIONE e LAVORO: devi essere organizzato ed evitare di disperdere energie importanti a causa della disorganizzazione. Inoltre, ricorda che dovrai lavorare con impegno e determinazione, non credere che si possa avere successo standosene seduti comodamente sul divano a non fare nulla.

9. MISSION e VISION: avere una chiara e definita Mission e Vision, ti consentirà di fare bene tutti i punti analizzati in precedenza. Sono le coordinate del tuo viaggio, le indicazioni indispensabili verso il successo e la realizzazione professionale. Così come, prima di partire ti procuri una mappa e individui la tua destinazione, allo stesso modo, prima di iniziare il tuo viaggio imprenditoriale, sarebbe utile conoscere la tua meta!

10. FAI VENDITA… ETICA: qualsiasi cosa faccia la tua azienda o qualsiasi professione tu svolga, dovrai in qualche modo venderti! In un modo o nell’altro, dovrai occuparti di vendita. Ovviamente, per avere successo devi superare 2 tendenze molto diffuse: a) la difficoltà a “vendere”, come se fosse qualcosa di per sè negativo e b) la “vendita d’assalto”, che si preoccupa di trarre maggior profitto possibile, disinteressandosi dell’altro e dei suoi effettivi bisogni.

Solo così, potrai accompagnare alla parola “successo”, anche il termine “benessere”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Lavoro & coaching

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Direttori generali

Nuovo avviso Regione Puglia per direttori generali delle aziende ed enti S.S.R.

Mariangela Lomastro16 settembre 2016

Aziende e digitale: le HR hanno un ruolo fondamentale

Daniele D'Amico31 maggio 2016

Job Meeting Bari, un’opportunità di lavoro e di orientamento

Antonella Tomaselli21 maggio 2016

Customer Experience e Social Network, connubio vincente

Daniele D'Amico17 maggio 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it