Costume & Società

Boom di furti sui treni: “stai attento, fai la differenza!”

Boom di furti sui treni: “stai attento, fai la differenza!”

di Francesca Cataldo
Viaggiare in treno, per lavoro o per svago, è una delle abitudini più frequenti degli italiani oggigiorno. E sarebbe anche un’abitudine piacevole se non fosse per la dose di paura e tensione con la quale i viaggiatori sono costretti a convivere durante le tratte. Ebbene sì, perchè questo 2014 pare segnato da un Boom (sempre negativo per non andare controcorrente) di furti: nei primi sette mesi dell’anno sono stati 1.437 i furti nelle stazioni italiane, 2.045 quelli a bordo treno e 182 i dipendenti del Gruppo Ferrovie dello Stato aggrediti mentre svolgevano attività di controllo e di tutela dei viaggiatori. Complessivamente sono 795 le persone arrestate dagli organi di polizia e 7.425 quelle denunciate all’autorità giudiziaria. In merito a ciò, il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, in collaborazione con la Polizia Ferroviaria, ha promosso una campagna informativa per aiutare i viaggiatori a riconoscere gli stratagemmi utilizzati dai malintenzionati, evitando così situazioni di rischio nelle stazioni o a bordo treno. Si tratta di un’iniziativa alquanto semplice e chiara nei contenuti: «È un ulteriore aiuto che vogliamo dare ai nostri clienti  – spiega Franco Fiumara, Direttore Centrale Protezione Aziendale di FS Italiane – per far sì che possano viaggiare sempre sicuri, protetti e consapevoli. Per questo forniamo loro più informazioni sui comportamenti tipici dei malintenzionati». A questo scopo è stato ideato un “set di informazioni”, tradotto in 8 lingue, contenente preziosi consigli per evitare di diventare vittime di ladri e truffatori. Fare la differenza si può, tenendo sempre gli occhi aperti nei luoghi più affollati, come sale d’attesa, biglietterie, binari di arrivo e partenza treni; prestando la massima attenzione durante le operazioni di acquisto alle self service e mantenendo sempre il bagaglio alla mano o lo sguardo rivolto, anche a bordo, alla valigia e agli oggetti personali di valore. Elementari e scontate indicazioni che spesso però, per la distrazione, per la fretta o per l’ansia di essere in ritardo, non vengono seguite nel modo giusto. Qui il VIDEO informativo.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it