Economia e Diritto

Calcolo Tasi 2014, aliquote per comune e scadenza per il pagamento

Calcolo Tasi 2014, aliquote per comune e scadenza per il pagamento
Mariangela Lomastro

tasidi Mariangela Lomastro
Ottobre non è più così lontano, ecco le info sul calcolo della Tasi 2014, le aliquote per comune e la scadenza per il pagamento decisa con la proroga resa nota lo scorso giugno e che risulta valida per tutti i comuni d’Italia in cui è saltato il pagamento della prima rata mesi fa, ovvero nei comuni ove non è stata deliberata per tempo l’aliquota relativa alla tassa sui servizi indivisibili. La scadenza per la Tasi 2014 è fissata al 16 ottobre per il pagamento della rata a patto che, nei comuni dove le aliquote non erano state deliberate entro il 23 maggio scorso, si provveda a farlo entro il 10 settembre (le decisioni dovrebbero essere pubblicate entro il giorno 16). In caso contrario, tutto slitta al 16 dicembre prossimo, scadenza anche per la seconda rata Imu. A ogni modo, per diverse ragioni, è decisamente probabile che comuni per la Tasi 2014 provvedano in questa occasione a pubblicare le aliquote per tempo.

Per il calcolo della Tasi 2014 su prima e seconda casa occorre calcolare la rendita catastale rivalutata al 5 per cento (basta moltiplicare la rendita indicata nella visura o nel rogito per 1,05), quindi per calcolare la Tasi 2014 occorre moltiplicare tale cifra per un coefficiente fisso che è pari a 160 per quanto concerne le abitazioni. A questo punto per il calcolo della Tasi occorre procedere ad applicare l’aliquota del comune. Una volta fatto ciò bisogna sottrarre dal computo le detrazioni fiscali della Tasi del comune di residenza e infine dividere la somma per due, considerando che si va a pagare il 50% per la prima rata. In tutto ciò resta da chiarire un aspetto fondamentale.

Le aliquote della Tasi 2014 per comune variano a seconda delle delibere dell’ente locale, così come le detrazioni fiscali correlate al pagamento della tassa. Tutti gli interessati possono reperire l’aliquota Tasi sul sito del proprio comune o, meglio, sul sito del MEF. Ovviamente potrà essere necessario attendere ancora per capire quali sono i valori per il calcolo nel proprio comune poiché, come abbiamo visto, gli enti locali hanno ancora tempo a disposizione prima di doverli comunicare. Aggiungiamo inoltre che per il calcolo della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili che insieme all’IMU e alla Tari compone la IUC, sono presenti online diversi strumenti gratuiti molto utili. Tra i diversi segnaliamo in particolare il calcolatore messo a disposizione sul sito Amministrazionicomunali.it e quello del portale Tuttoimu.it.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Economia e Diritto

Il mercato del lavoro in Italia

Gli italiani e il lavoro: sono troppe le anomalie?

Daniele D'Amico30 ottobre 2017
Non solo crescita per il Sud Italia

Rapporto Svimez 2017: luci e ombre sul Sud Italia

Daniele D'Amico28 luglio 2017
Resto al Sud: il lavoro è nel meridione

“Resto al Sud”: la misura del Governo per la crescita del Mezzogiorno

Daniele D'Amico1 luglio 2017
egione Puglia nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Regione Puglia: nuove linee guida in materia di formazione e lavoro

Daniele D'Amico23 giugno 2017
La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Il presente è l'industria 4.0

Piano nazionale industria 4.0: opportunità per le imprese italiane

Daniele D'Amico21 febbraio 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017

Settimana della Moda: “It’s time to south”, esalterà l’eccellenza pugliese

Daniele D'Amico19 settembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it