Cronaca nazionale

Roma, allenatore di calcio arrestato per pedofilia

Questo articolo è stato visualizzato 1.366 volte. Leggi altri articoli di: Pierfrancesco Caira.

Roma, allenatore di calcio arrestato per pedofilia
Pierfrancesco Caira

L’uomo, tratto in arresto a Roma dagli agenti della Questura con le accuse di atti sessuali con minori e di prostituzione minorile, abusava dei giovani di età compresa fra i 13 e i 15 anni che egli stesso allenava. Le indagini, coordinate dalla Procura, sono state avviate in febbraio successivamente ad una denuncia per un tentativo di approccio sessuale avvenuto negli spogliatoi di una struttura sportiva al cui interno la persona arrestata, A.A., svolgeva il proprio ruolo di allenatore; le modalità con cui circuiva le giovani vittime sono ricorrenti, dapprima si guadagnava la fiducia dei ragazzi anche con offerte di denaro e regalie varie (ad es.: ricariche telefoniche) di modo che risultasse poi più agevole instaurare un rapporto amichevole con la vittima, mirante a far abbassare le difese dell’adolescente per arrivare a coinvolgerlo in attività sessuali. L’inchiesta è stata condotta da una squadra, la IV Sezione della Mobile, specializzata in reati a sfondo sessuale contro donne, minori e altre fasce protette.

Nel corso degli utlimi sette mesi gli agenti hanno messo sotto controllo le attività e gli spostamenti di A.A., monitorando anche i siti da lui visitati online, con l’intento, da un lato, di evitare il coinvolgimento immediato dei testimoni ed il conseguente turbamento che ne sarebbe loro derivato e, dall’altro, di ampliare lo spettro delle invdagini ed individuare altri casi analoghi nel passato del mister, per far sì che la vicenda non restasse confinata nell’ambito delle prime segnalazioni ricevute, delineando in tal modo un soggetto socialmente pericoloso che, sebbene colto in flagranza di reato, non ha mostrato alcun segno di pentimento per le proprie azioni criminose. Il PM ha dunque rinviato a giudizio l’uomo, in base a prove “solide ed inoppugnabili”, non solo per i fatti relativi alla denuncia sporta in febbraio ma altresì per ulteriori abusi perpetrati in precedenza, quando A.A. collaborava con una diversa struttura che organizza attività ludiche per i più giovani.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca nazionale

city toys

City toys, in cinque dovranno rispondere per concorso in truffa continuata

Antonio Catacchio1 ottobre 2016

Scuola, al via il primo giorno. Arrivederci estate…..

Daniele D'Amico12 settembre 2016

Omicidio di Corsico: l’assasinio di Iulian Razvan Laszlo

Antonio Catacchio22 giugno 2016
Antitrust

Antitrust e GdF: stop a 174 siti

Pierfrancesco Caira18 marzo 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum

Vincenzo Demichele22 gennaio 2016

Primo interpello concorso sedi farmaceutiche

Antonio Catacchio13 dicembre 2015

Concorso Straordinario Farmacie Regione Puglia

Mariangela Lomastro19 ottobre 2015

Chiesa e Sinistra: quasi amici

Ricky Violante16 ottobre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it