Cronaca estera

USA: uccide e seppellisce i suoi cinque figli

Questo articolo è stato visualizzato 1.515 volte. Leggi altri articoli di: Pierfrancesco Caira.

USA: uccide e seppellisce i suoi cinque figli
Pierfrancesco Caira

Un uomo originario della Carolina del Sud ha confessato l’omicidio dei propri cinque figli, i cui corpi sono stati rinvenuti nel vicino Stato dell’Alabama, secondo quanto riportato dallo sceriffo della contea di Smith (Mississippi), Charlie Crumpton. Le autorità hanno individuato i resti dei bambini, di età compresa fra uno e otto anni, presso una strada sterrata non lontana da Oak Hill, piccolo borgo sito nella contea di Wilcox; è ancora prematuro ipotizzare le modalità degli omicidi, come ha dichiarato il sergente Steve Jarrett delle forze di polizia dell’Alabama. Ogni corpo era chiuso all’interno di un sacco della spazzatura, la scomparsa era stata denunciata allo sceriffo della contea di Lexington (Carolina del Sud) una settimana fa, il tre settembre, dalla madre dei bimbi, che aveva riferito di non riuscire più a contattare l’ex marito, Timothy Ray Jones (32), portando dunque all’inserimento del suo nome e di quello dei piccoli all’interno del database nazionale delle persone scomparse.

I figli erano stati avvistati l’ultima volta assieme al padre, loro tutore legale, dai vicini della Carolina, a questi Jones aveva riferito di un prossimo trasferimento in un altro Stato. L’arresto di Jones è avvenuto nella giornata di sabato in Mississippi dopo un controllo effettuato ad un posto di blocco dalla polizia locale, l’uomo risultava guidare sotto l’effetto di droghe ed in seguito alla perquisizione del veicolo gli agenti, già insospettiti per l’assenza dei figli, hanno trovato sostanze chimiche utili per confezionare metanfetamina nonchè della marijuana sintetica nota col nome di “spice”; successivamente gli investigatori hanno identificato all’interno del veicolo tracce di candeggina, acido muriatico, sangue ed altri fluidi corporei. Jones è stato condotto agli arresti con l’accusa di guida in stato di alterazione psicofisica e abbandono di minori.

Le ricerche dell’FBI e dei vari dipartimenti di polizia interessati sono andate avanti fino a lunedì, poi la confessione avvenuta in prigione, il sergente Jarrett ha dichiarato che è stato lo stesso Jones a condurre gli inquirenti sul luogo del ritrovamento; ieri notte il coroner (figura leggermente diversa dal medico legale e dall’anatomopatologo e operante solo nei Paesi anglosassoni e in Giappone) ha iniziato il trasporto delle salme in Carolina per l’identificazione e le autopsie di rito mentre le forze dell’ordine continueranno a presidiare la scena in Alabama per tutto il tempo che risulterà necessario. “Sono padre di due figli e non oso immaginare cosa passi per la testa di un uomo che compie un crimine così orribile. Per quanto tragica risultasse la situazione, se non altro non è durata a lungo. Dovevamo almeno questo alla madre.”, queste le parole dello sceriffo Crumpton alla stampa.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca estera

Chobani

USA: imprenditore regala azioni milionarie ai dipendenti

Pierfrancesco Caira27 aprile 2016

Caso Regeni, quando i soldi sono più importanti della vita di un connazionale

Vincenzo Demichele5 aprile 2016
Hilde Kate Lysiak

USA: reporter di 9 anni batte sul tempo i media

Pierfrancesco Caira5 aprile 2016

Attentati di Bruxelles, il terrorismo molecolare che devasta l’Europa

Vincenzo Demichele25 marzo 2016
Raqia Hassan

ISIS contro la libertà di stampa: uccisa la giornalista Raqia Hassan

Daniele D'Amico9 gennaio 2016

La Regione Puglia solidale con la Francia

Antonio Catacchio16 novembre 2015

Albini in Africa: tra superstizione e violenza all’indomani delle elezioni politiche

Federica Bartoli22 settembre 2015

Italiani di Crimea, riconosciuto lo status di deportati

Vincenzo Demichele18 settembre 2015
amazon

New York Times contro Amazon: condizioni lavorative insostenibili

Francesco Tiberio20 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it