Istruzione & Scuola

Tutte le novità sui master dell’Ateneo di Bari

Tutte le novità sui master dell’Ateneo di Bari

di Teresa Manuzzi
“L’Università non è solo degli studenti, né solo dei docenti, l’università è parte di un sistema territoriale e per questo deve impegnarsi a fornire strumenti e a contribuire al trasferimento delle competenze per incidere significativamente sullo sviluppo del territorio in cui insiste”. Queste sono state le parole con cui il rettore dell’Ateneo di Bari, Antonio Uricchio, ha aperto l’incontro dedicato all’offerta dei master proposti dall’Ateneo per il nuovo anno accademico, tenutosi lunedì 13 ottobre 2014 a Bari, presso l’ex Palazzo delle Poste.

Le imprese e gli enti pubblici e territoriali potranno presentare le loro proposte di collaborazione con l’Ateneo di Bari in qualsiasi momento dell’anno, grazie all’approvazione del nuovo regolamento che semplifica le procedure ed elimina le scadenze temporali per l’attivazione di nuovi master. Attraverso la collaborazione tra  enti pubblici e mondo universitario sarà possibile avviare percorsi specifici grazie ai quali poter formare le figure professionali necessarie a riattivare quelle potenzialità ancora inespresse nel territorio. Si potrebbe inoltre pensare ad avviare percorsi rivolti esclusivamente al personale degli uffici comunali, per formare figure professionali capaci di ottimizzare il lavoro delle P.A. e attrarre fondi europei nelle casse delle amministrazioni pubbliche che sono sempre più in rosso.

Gli “Short Master” rappresentano l’altra novità dell’anno accademico 2014-2015: si tratta di percorsi di formazione pensati appositamente per i professionisti, anche non laureati. Questi percorsi vanno incontro alle esigenze lavorative di chi intende investire nell’aggiornamento professionale e nella formazione permanente, saranno realizzati seguendo la formula Week-End e impegneranno gli iscritti per un arco di tempo inferiore ad un anno. In un mondo del lavoro in continua evoluzione, gli strumenti e la legislazione si evolvono di giorno in giorno, diventa così necessario aggiornarsi continuamente per non rischiare di rimanere indietro e conoscere tutte le opportunità a disposizione. Essere sempre a conoscenza di tutte le novità è fondamentale per contribuire positivamente allo sviluppo del proprio business.

Il nuovo regolamento, le azioni realizzate per coinvolgere il territorio, l’introduzione di nuovi master più snelli e attenti al mercato del lavoro, sono tutte prove tangibili della voglia, da parte dell’istituzione universitaria, di non abbandonare i suoi studenti al termine del loro percorso di studi, ma di continuare a seguirli indicando le strade migliori per permettere loro di realizzare al meglio le proprie aspirazioni professionali.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Istruzione & Scuola

Liceo Tedone a Montecitorio (1)

Ruvo di Puglia: il Liceo Scientifico “O. Tedone” riscrive la Costituzione

Tiziana Di Gravina3 giugno 2018
Mattarella inaugura l'anno scolastico a Taranto

Tempo di scuola, Mattarella: «istruzione veicolo di mobilità sociale»

Daniele D'Amico18 settembre 2017
Social Network

Social network e istruzione: didattica e comunicazione si rinnovano

Daniele D'Amico30 gennaio 2017

Polemica tasse UniBa, gli studenti sono vittime o colpevoli?

Vincenzo Demichele16 settembre 2016

Uniba, cattedra in storia delle mafie. Perchè no?

Vincenzo Demichele4 agosto 2016

Smettiamola: Il Medioevo non è sinonimo di decadenza e crisi

Vincenzo Demichele26 giugno 2016

Un’ alternativa all’ Università in Puglia? Ecco a voi gli ITS

Valentina Ferri4 maggio 2016

La Grotta dei Cervi (Lecce), il più imponente complesso pittorico del Neolitico europeo

Vincenzo Demichele29 febbraio 2016
Scuola

Mobilità scuola 2016: a metà marzo le domande online

Daniele D'Amico11 febbraio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it