Costume & Società

Rebecca Bues: la 1^ app per curare la depressione in e post partum

Rebecca Bues: la 1^ app per curare la depressione in e post partum

di Francesca Cataldo
Avere un figlio viene considerato dalle donne come una delle gioie più grandi della vita. Sapere, sentire e vedere che dentro di sé c’è una nuova vita che si sta formando e che per 9 mesi evolverà ogni giorno fino al momento del parto è un’esperienza tanto emozionante quanto delicata. Infatti, sempre più spesso si sente parlare oggi di disturbi psicologici o sindromi depressive nelle donne, perlopiù legate ai periodi della gestazione e del post partum. Quando la tecnologia moderna diventa alleata della salute, però, non può che portare benefici e supporti. Grazie alla creazione di un nuovo pacchetto di apps, disponibile per smartphone e tablet e  scaricabile dall’app store (RebeccaBlues), le donne hanno la possibilità di effettuare l’autodiagnosi di un’eventuale depressione in gravidanza o nel periodo post partum, per poi rivolgersi così ad esperti in grado di fornire tutto il necessario supporto psicologico, con la massima discrezione. Il progetto, elaborato dalla Fondazione Rebecca, prevede un pacchetto di tre applicazioni: Rebecca Blues, Rebecca Gravidanza e Rebecca Post Partum, che si avvale dell’utilizzo di semplici test di autovalutazione da svolgere durante il periodo della gestazione e dopo la nascita di un figlio.

Le domande proposte, dieci in totale, sono basate sulla scala EPDS – Edinburgh Postnatal Depression Scale – che permette ad ogni donna di fare il punto sulla propria vita, dal punto di vista psicologico, nell’arco dell’ultima settimana. Il test fornisce un risultato immediato e facilmente interpretabile, avvalendosi dell’uso di tre semafori: verde, per indicare una buona condizione psichica; giallo, per evidenziare il rischio di depressione e suggerire di contattare uno specialista iscritto alla rete Rebecca Blues per ricevere aiuto; rosso, per segnalare uno stato depressivo per il quale si ritiene opportuno contattare il proprio psicologo di fiducia o in alternativa il numero di emergenza Rebecca Blues 335 376 009.
Il test è completamente gratuito e viene effettuato in forma anonima: i risultati possono essere condivisi con persone fidate oppure esclusivamente con lo specialista al quale si sceglie di rivolgersi per avere aiuto attraverso una chat.

Si tratta di uno strumento efficace, che apre una finestra su un disturbo, quello della depressione in gravidanza e nel post partum, tanto diffuso e noto all’opinione pubblica, quanto poi ignorato nella realtà concreta, relegato ad essere un “problema di altre”. L’imbarazzo nel parlare di questo argomento, con il proprio coniuge, con altri familiari o amici, rende ancora più difficile, per le donne colpite da sintomi depressivi, un intervento repentino, in grado di arginare il problema.  Ma la fondazione ha colto il nocciolo del disagio e ha messo in atto questa particolare strategia, chiamata “Patto di Rebecca”, ovvero il patto di fiducia tra la donna e il medico, che la accompagnerà lungo un percorso delicato ma indispensabile per raggiungere un benessere fisico ed emotivo, in armonia con il proprio figlio. “Prenderti cura di te significa amare maggiormente tuo figlio”, questa la filosofia della fondazione Rebecca.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it