Cronaca estera

E’ nata “Strati”, la prima auto stampata in 3D

E’ nata “Strati”, la prima auto stampata in 3D
Daniele D'Amico

di Daniele D’Amico
La prima automobile stampata con tecnologia 3D si chiama “Strati” e ha fatto il suo esordio ufficiale all’International Manufacturing Technology Show (IMTS) di Chicago, negli Stati Uniti. Il prototipo, realizzato dalla Local Motors in collaborazione con l’Association for Manufacturing Technology (AMT), è stato disegnato a Torino dall’ italiano Michele Anoè. Per quel che riguarda la propulsione, è equipaggiata con il motore elettrico della Renault Twizy, i componenti meccanici, come batteria, cablaggi, e sospensioni provengono da diversi fornitori.

Il prototipo della nuova vettura è stato “stampato” in 44 ore e rapidamente assemblato da un team della Local Motors per poi essere messo in strada la mattina di sabato 13 settembre. Il veicolo è stato costruito in un pezzo unico attraverso la tecnologia “Direct Digital Manufacturing (DDM)”, utilizzata per la prima volta nella realizzazione di un’automobile. Il mezzo, audace e innovativo,

utilizza la scienza dei materiali e le tecniche di produzione avanzate dei pionieri della Struttura di Produzione e Dimostrazione del Department of Energy (DOE). «Il progetto – ha detto Craig Blu, direttore del programma di fabbricazione – rappresenta un’opportunità unica, per offrire all’industria automobilistica la possibilità di lavorare in un ambiente aperto e di fornire soluzioni produttive veloci e innovative. Queste partnership spingono a sviluppare tecnologie emergenti, per accelerare l’aumento della produzione negli USA ma ci auguriamo, anche in tutto il mondo. Il veicolo “Strati” dimostra che è possibile utilizzare soluzioni di “digital manufacturing” sostenibili, nel settore dei trasporti su strada». La Local Motors, nello specifico, si è interessata alla tecnologia delle stampanti 3D con l’obiettivo di velocizzare la produzione di nuove automobili, scelta al quanto strategica.

Di fatto, già grandi costruttori come Ford e GM utilizzano stampanti 3D presso i propri centri ed hanno in questo modo accorciato i tempi di realizzazione di alcune componenti da settimane a pochi giorni. In questo specifico caso, però, si è riusciti a fabbricare un’auto intera, e in diretta, attraverso questa rivoluzionaria tecnologia che sembra non avere limiti di capacità e che ormai  sarà impiegata in larga scala. Intorno a “Strati” è sorta ovviamente parecchia curiosità, essendo la prima vettura innovativa nata della stampa 3D.  John B. Rogers Jr, amministratore delegato di Local Motors, ha dichiarato:«Si potrebbero aprire nuovi interessanti prospettive nel settore dell’auto, la “Strati” è un progetto della ‘comunità’, realizzato nella nostra Microfactory, l’inedito processo produttivo rivoluziona lo ‘status quo’ della produzione automobilistica, cambia l’esperienza del consumatore e dimostra che una macchina può nascere in un modo completamente diverso». La Local Motors prevede di inaugurare la produzione di altri veicoli stampati in 3d, che dovrebbero essere commercializzati nei prossimi mesi.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca estera
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Cronaca estera

Chobani

USA: imprenditore regala azioni milionarie ai dipendenti

Pierfrancesco Caira27 aprile 2016

Caso Regeni, quando i soldi sono più importanti della vita di un connazionale

Vincenzo Demichele5 aprile 2016
Hilde Kate Lysiak

USA: reporter di 9 anni batte sul tempo i media

Pierfrancesco Caira5 aprile 2016

Attentati di Bruxelles, il terrorismo molecolare che devasta l’Europa

Vincenzo Demichele25 marzo 2016
Raqia Hassan

ISIS contro la libertà di stampa: uccisa la giornalista Raqia Hassan

Daniele D'Amico9 gennaio 2016

La Regione Puglia solidale con la Francia

Antonio Catacchio16 novembre 2015

Albini in Africa: tra superstizione e violenza all’indomani delle elezioni politiche

Federica Bartoli22 settembre 2015

Italiani di Crimea, riconosciuto lo status di deportati

Vincenzo Demichele18 settembre 2015
amazon

New York Times contro Amazon: condizioni lavorative insostenibili

Francesco Tiberio20 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it