Costume & Società

Arriva Beam Messenger, addio privacy: peggio della doppia spunta blu di WhatsApp

Arriva Beam Messenger, addio privacy: peggio della doppia spunta blu di WhatsApp
Antonio Catacchio

di Antonio Catacchio
Se la doppia spunta blu di WhatsApp ha creato sconcerto ed indignazione nel mondo degli internauti che sentivano violata la loro privacy, ecco a voi la nuova simil-chat Beam Messenger, la nuova App che scatenerà sul web un putiferio peggiore di quello avvenuto pochi giorni fa.
Mentre la doppia spunta blu di WhatsApp, infatti, confermava al mittente del messaggio l’avvenuta lettura da parte del destinatario, che ha scatenato in rete una vera e propria ondata di protesta per la mancata privacy verso il destinatario, che non avrebbe più potuto giustificarsi con un “non ho letto il messaggio”, Beam Messenger farà ancora di più, per molti in negativo: il mittente del messaggio infatti vedrà in diretta sul suo dispositivo mobile Android ciò che il destinatario del messaggio scriverà di impulso, comprese le correzioni, i ripensamenti e le cancellature effettuate prima dell’invio definitivo. Insomma, tutto il texting minuto per minuto, in diretta e senza filtri. Quasi come se offriste al vostro interlocutore l’opportunità di dare un’occhiata a tutto ciò che vi passa per la mente quando state formulando un concetto. Commenta all’emittente Abc Diane Gottsman, esperta di buone maniere: <<A volte parliamo senza aver tempo di pensare a ciò che diciamo e fondamentalmente questa app è la stessa cosa: si tratta, semplicemente, di un altro modo di comunicare>>.

Questo, secondo il popolo del web, ma non solo, minerebbe al diritto della privacy ancor di più del terribile aggiornamento imposto da WhatsApp, che, almeno secondo alcune insistenti voci, per fortuna pare si possa rendere facoltativo almeno per i dispositivi Android.
Beam Messenger dunque punta sulla completa trasparenza di comunicazione tra il mittente e il destinatario di un messaggio istantaneo: ma la trasparenza assoluta non è ciò che gli utenti chiedono e soprattutto vogliono.

“Terribilmente trasparente”, la definisce BuzzFeed, che è stato uno dei primi a riportare la notizia. The Atlantic, invece, cita sia i pro sia i contro del texting senza filtri. Da una parte, la possibilità di porre fine alla “frustrazione esistenziale ed emozionale” generata dai cosiddetti puntini di sospensione.
Adesso, come è accaduto poco tempo fa per la doppia spunta blu di WhatsApp, non ci resta che attendere simpatiche vignette e “prese in giro” atte a sdrammatizzare la nuova App che, davvero, questa volta è andata un po’ troppo oltre: prepariamoci dunque ad essere invasi da fumetti, foto e commenti sarcastici che evidenzieranno come, questa nuova chat, rovinerà rapporti d’amicizia, d’amore o di semplice conoscenza; perché si sa, come la lingua un tempo, ora è il dito ad essere più veloce della ragione.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Costume & Società
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it