Costume & Società

“Se mi lasci non vale”: il concorso per cuochi NON spreconi

“Se mi lasci non vale”: il concorso per cuochi NON spreconi

di Francesca Cataldo
E’ partito “Se mi lasci non vale”, il concorso anti-spreco ideato dalla food community di Cucina Mancina e il team di Avanzi Popolo. Si tratta di un’iniziativa riservata a cuochi non spreconi capaci di ricombinare gli avanzi presenti in frigo per ideare un piatto innovativo e gustoso. L’obiettivo è quello di sensibilizzare la comunità sulla necessità di evitare lo spreco di cibo e di trovare soluzioni alternative in ambito culinario. Per partecipare basta proporre la propria ricetta su cucinaMancina e caricarla nel pannello di controllo alla voce “aggiungi ricetta”, inserendo ingredienti, procedimento e gustose foto, ricordando di inserire nel titolo la tag “ZEROSPRECO”.

Il concorso è aperto fino alla mezzanotte di lunedì 24 novembre. Il 28 novembre, la giuria composta da cucina Mancina e Avanzi Popolo eleggerà la ricetta a minor impatto ambientale che si aggiudicherà il tanto ambito grembiule da cucina realizzato con materiale di scarto tessile. Inoltre, la giuria selezionerà le migliori ricette che si sfideranno in un contest a suon di like su Facebook, dal 28 al 2 dicembre, al termine del quale sarà selezionata la ricetta più votata dalla giuria popolare. In palio, le cartoricette da collezione di cucinaMancina. Questa non è la prima iniziativa in ambito di spreco alimentare.

Avanzi Popolo è un progetto promosso dall’Associazione di volontariato Incontra e finanziato dalla Regione Puglia di cui fanno parte volontari, attivisti, operatori sociali, cittadini, tutti con una precisa mission: favorire il contatto tra i luoghi dello spreco e i luoghi del bisogno attingendo a due risorse ampiamente sottoutilizzate: il cibo non consumato e la disponibilità di tempo ed energie della comunità. Tanti sono stati i traguardi raggiunti , vedi le 30 tonnellate di cibo recuperate a Londra in tre anni o l’inaugurazione del primo ristorante contro lo spreco a Copenhagen (Rub e Stub) gestito da più di un centinaio di volontari che cucinano con il cibo in eccedenza proveniente da cucine e supermercati. Un modo alternativo di fare del bene per il nostro Pianeta. Noi che aspettiamo?

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Costume & Società

Export(Are) bellezza: il modello Puglia nel mondo

Daniele D'Amico27 aprile 2017
Puglia, una meraviglia da scoprire

Puglia, lo spettacolo è ovunque: comunicazione e innovazione

Daniele D'Amico21 aprile 2017
Sanremo: Caterina Balivo contro Diletta Leotta

Sanremo, caso Leotta – Balivo: l’abbigliamento non giustifica violenze e insulti

Daniele D'Amico8 febbraio 2017
padre pio

Padre Pio e le celebrità

Francesco Tiberio23 settembre 2016

Puglia: turismo in forte crescita, anche grazie ai social

Daniele D'Amico14 settembre 2016
Mongolia

La Mongolia di Gengis Khan

Francesco Tiberio2 agosto 2016
Irina Shayk

Irina Shayk baciata dal sole della Puglia

Maria Teresa Trivisano1 agosto 2016
Nessuno Tocchi Abele

Nessuno Tocchi Abele

Antonio Catacchio18 giugno 2016
brindisi

Il brindisi nei Secoli

Francesco Tiberio20 maggio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it