Istruzione & Scuola

Biosensori di nuova generazione grazie ai ricercatori baresi

Biosensori di nuova generazione grazie ai ricercatori baresi

biosensoridi Teresa Manuzzi
Riprodurre artificialmente la percezione olfattiva propria degli esseri umani è davvero difficile, ma un team di ricercatori dell’Università di Bari è riuscito a mettere a punto dei biosensori capaci di decodificare gli odori con una precisione tale che i risultati ottenuti sono molto vicini alle performances del “naso umano”.

Lo studio è stato riconosciuto dall’intera comunità scientifica internazionale e “Nature Communications“, la più importante rivista del settore, ha pubblicato la ricerca sul suo sito.
L’articolo porta la firma della dottoressa Luisa Torsi, professoressa presso l’Università di Bari, a capo del gruppo composto da Gerardo Palazzo, Maria Magliulo e Gianluca Lattanzi. La ricerca rientra nel progetto europeo FlexSMELL ed è stata coordinata dal Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari in collaborazione con l’Università di Manchester, il Politecnico di Losanna, l’Università di Sheffield e l’Università di Tubinga.

Gli sviluppi della ricerca
Gli sviluppi di questa ricerca potranno essere utilizzati in diversi ambiti: dall’alimentazione all’ambiente, biosensori così sensibili potranno infatti essere impiegati per segnalare del cibo in avaria o la presenza di aria inquinata. L’elemento che ha segnato la svolta nello studio è stata l’intuizione di utilizzare proprio del muco umano come punto di partenza. Nella sostanza secreta dal naso dell’uomo è infatti possibile ritrovare una proteina chiamata “odorante”, che aiuta il nostro olfatto a riconoscere gli odori. Altro asso nella manica del gruppo barese è stato l’approccio interdisciplinare alla ricerca, nel team sono infatti presenti chimici, fisici e bio-chimici che con entusiasmo e determinazione hanno lavorato gomito a gomito percorrendo una strada mai battuta in precedenza.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Istruzione & Scuola

Liceo Tedone a Montecitorio (1)

Ruvo di Puglia: il Liceo Scientifico “O. Tedone” riscrive la Costituzione

Tiziana Di Gravina3 giugno 2018
Mattarella inaugura l'anno scolastico a Taranto

Tempo di scuola, Mattarella: «istruzione veicolo di mobilità sociale»

Daniele D'Amico18 settembre 2017
Social Network

Social network e istruzione: didattica e comunicazione si rinnovano

Daniele D'Amico30 gennaio 2017

Polemica tasse UniBa, gli studenti sono vittime o colpevoli?

Vincenzo Demichele16 settembre 2016

Uniba, cattedra in storia delle mafie. Perchè no?

Vincenzo Demichele4 agosto 2016

Smettiamola: Il Medioevo non è sinonimo di decadenza e crisi

Vincenzo Demichele26 giugno 2016

Un’ alternativa all’ Università in Puglia? Ecco a voi gli ITS

Valentina Ferri4 maggio 2016

La Grotta dei Cervi (Lecce), il più imponente complesso pittorico del Neolitico europeo

Vincenzo Demichele29 febbraio 2016
Scuola

Mobilità scuola 2016: a metà marzo le domande online

Daniele D'Amico11 febbraio 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it