Cronaca

Brindisi: arriva la Norman Atlantic, recuperata la scatola nera

Il traghetto è giunto sotto scorta a Brindisi, resta ancora da ispezionare la stiva in cerca di ulteriori cadaveri. Undici i morti accertati, indagate altre quattro persone oltre al capitano ed all'armatore.

Questo articolo è stato visualizzato 655 volte. Leggi altri articoli di: Pierfrancesco Caira.

Brindisi: arriva la Norman Atlantic, recuperata la scatola nera
Pierfrancesco Caira

Il relitto della motonave Norman Atlantic, fino a giovedì in stallo a Valona per le pessime condizioni meteo che rendevano impossibile la navigazione, è finalmente giunto nel porto di Brindisi al traino del rimorchiatore Marietta Barretta e sotto scorta da parte di altri mezzi navali; adesso toccherà agli inquirenti tantare di far luce sulle dinamiche dell’incendio scoppiato a bordo del traghetto il 28 dicembre. In base a quanto riportato alla stampa dal sostituto procuratore di Bari, Ettore Cardinale, è stata ritrovata la scatola nera ma non è stata investigata la stiva per motivi di sicurezza, per cui non si esclude che al suo interno possano essere rinvenuti altri corpi, mentre il procuratore Giuseppe Volpe stima il numero dei dispersi non superiore a quindici persone, tuttavia manca ancora una lista d’imbarco attendibile che dovrebbe essere fornita dal Governo greco. Il Tribunale di Bari ha ufficialmente accertato la morte di undici persone, ma solo quattro di esse sono state identificate e si attendono le autopsie.

Sale intanto a sei il numero dei soggetti formalmenti iscritti nel registro degli indagati per il naufragio: al comandante Argilio Giacomazzo e all’armatore della Norman, Carlo Visentini, già indagati negli scorsi giorni, si aggiungono due rappresentanti della Anek Lines, società di noleggi greca, e due membri dell’equipaggio, ovvero il responsabile della sicurezza e il primo ufficiale di bordo; tutti gli indagati sono accusati, in concorso di colpa, di naufragio, omicidio plurimo e lesioni. Secondo quanto riferito dal comandante al PM, sebbene non siano state rispettate le regole di evacuazione, bisogna distinguere fra responsabilità nautica e responsabilità commerciale, poichè ci sarebbe stato anche un sovraccarico eccessivo del garage e pesanti irregolarità da parte dell’equipaggio per ciò che riguarda la gestione delle scialuppe di salvataggio, inoltre le ripetute richieste di soccorso inviate in Grecia pare non abbiano ricevuto risposta.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it