Cronaca

Giù le mani dal cellulare del partner, è una rapina!

Giù le mani dal cellulare del partner, è una rapina!

di Francesca Albergo
Chi non ha mai pensato di dare una sbirciatina nel “mondo digitale” del proprio partner scagli la prima pietra! Eppure, si farebbe meglio a bandire, una volta per tutte, questo impulso invasivo. La Corte batte forte e chiaro il martelletto e il caso di un 24enne di Barletta è chiuso: dovrà scontare ben due anni e due mesi di reclusione per aver rubato e violato il cellulare dell’ex compagna. Il suo obiettivo? Rintracciare le prove di numerosi sospettati vecchi tradimenti da poter sbandierare all’ex suocero.

La grottesca dinamica dell’episodio, intrecciato di gelosia e orgoglio, ha fatto inciampare il ragazzo sul piano del diritto. La Cassazione lo ha accusato di commissione del “delitto di rapina” (per essersi impossessato di un cellulare altrui), di violazone del “diritto alla riservatezza” (per aver avuto il fine di “prendere cognizione dei messaggi che la persona offesa abbia ricevuto da altro soggetto”) e di limitazione della “libertà di autodeterminazione della donna”.

Giacchè essa, nella società moderna, dovrebbe avere piena facoltà di porre fine a relazioni senza dover esere importunata.
L’intera accusa suona grave e determinata. E potrebbe accendersi una spia di diffidenza. In effetti lo zampino della legge spunta inedito laddove termina la fiducia e cominciano gli intrighi di coppia (nella terra di mezzo delle parole virtuali) e tira in ballo la privacy da tutelare. Ma quanto varrebbe parlare di tutela della “riservatezza” nella dimensione delle relazioni affettive? Resta il fatto che, se pure in questi casi la violazione della privacy diventasse un pericolo da allontare a suon di commi, comunque non esisterebbe mai verdetto che tenga a garantire fiducia e trasparenza.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it