Cronaca nazionale

Concorso straordinario sedi farmaceutiche Regione Puglia

Concorso straordinario sedi farmaceutiche Regione Puglia
Antonio Catacchio

regionepugliasededi Antonio Catacchio
Dopo quasi un anno dalla graduatoria provvisoria, anche la Regione Puglia pubblica la graduatoria definitiva del concorso straordinario per sedi farmaceutiche di cui alla Legge n. 27/2012, seguendo la Liguria, la Toscana, il Lazio, il Piemonte, l’Emilia Romagna e il Veneto. Da oggi è infatti possibile scaricare la determina dirigenziale del Servizio PATP n. 115 del 1 aprile 2015 dal sito regionale www.regione.puglia.it, sezione trasparenza, che nei prossimi giorni sarà pubblicata anche nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

Le sedi farmaceutiche a concorso sono ben 188 distribuite su tutto il territorio regionale. Il bando è stato avviato nel febbraio 2013 ed è stato espletato completamente on line. Il Ministero della Salute, infatti, ha messo a disposizione delle Regioni un portale su piattaforma web dove i candidati hanno potuto inserire la propria domanda autocertificando le proprie dichiarazioni e attestazioni.
Se da un lato però, la possibilità di autocertificare il possesso dei propri titoli è un indubbio vantaggio per il cittadino (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000), dal lato della pubblica amministrazione ciò comporta un onere aggiuntivo nella verifica delle dichiarazioni rese dai candidati.
Stando a quanto ci ha dichiarato la responsabile dell’Ufficio Politiche del Farmaco e dell’Emergenza/Urgenza della Regione, la dott.ssa Mariangela Lomastro, “a differenza delle altre Regioni, la Puglia ha deciso in controtendenza di pubblicare una graduatoria provvisoria che ha dato la possibilità ai candidati di verificare le proprie posizioni senza dover ricorrere al TAR. Con una semplice richiesta di accesso agli atti, sono state inviate ai richiedenti le proprie schede di valutazione per consentire loro di verificare la corretta applicazione dei criteri di valutazione della Commissione al caso specifico.

La Commissione esasminatrice si è riunita nuovamente proprio per esaminare le richieste di rettifica  pervenute e valutarle nel merito e, in qualche caso, il punteggio è stato rivisto. Tutta la procedura concorsuale ha seguito i dettami della trasparenza e della partecipazione.”
E finalmente dopo un anno esatto, i controlli previsti dallo stesso D.P.R. n. 445/2000 sono stati ultimati e non sono mancate le sorprese. Infatti, rispetto alla graduatoria provvisoria ci sono state delle esclusioni dalla procedura e delle rettifiche di punteggio.
La graduatoria era attesa da molti, perchè a seguito dell’entrata in vigore della legge “Cresci Italia” le aspettative di lavoro erano vive in chi aveva partecipato alla selezione.
La dott.ssa Lomastro ci ha tenuto però a sottolineare che “il lavoro non è ovviamemente concluso. L’Ufficio sta procedendo a definire puntualmente le sedi che sarannno oggetto di scelta da parte dei vincitori. Il contenzioso è stato elevatissimo e, a seguito dei pronunciamenti dei TAR, alcune situazioni vanno riviste.”
Nel frattempo, le Regioni che hanno già pubblicato le graduatorie testeranno la nuova procedura di assegnazione delle sedi farmaceutiche tramite il portale ministeriale: i  vincitori saranno invitati tramite pec a rendere note le proprie scelte, indicando in ordine di preferenza un numero di sedi pari alla propria posizione in graduatoria. La procedura informatica assegnerà la sede a ciascun vincitore, che sarà chiamato ad accettare l’assegnazione. “La procedura è senza dubbio innovativa e questo genera molta ansia nei candidati che temono di sbagliare in qualcosa” spiega la Lomastro “ma l’Ufficio  sarà di supporto ai candidati anche in quest’ultima fase”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca nazionale
Antonio Catacchio
@tonykataklios

Nato a Bari nel freddo gennaio del 1979, non ha intrapreso esclusivamente l'Università della vita, come molti oggi vanno orgogliosamente sostenendo. Oltre a quella infatti si è anche laureato in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Bari nel 2009 con una tesi in diritto penale dal titolo "La frode informatica". Dopo aver sostenuto gli scritti per l'esame di avvocato nel dicembre 2011, si inerpica come un dedalo, nella realizzazione di un magazine online iniziando a studiare SEO, SEM e aprendo account online su social media d'ogni genere per iniziare a carpirne funzionamento ed evoluzioni. Tra un lavoro occasionale ed un altro a tempo determinato, dirige e conduce gli aspetti organizzativi del progetto corrieredellepuglie.com, di cui è il maggiore artefice. Nel 2013 fonda insieme a Claudio Santovito, Roberto Loizzo e Teresa Manuzzi l'Associazione InformAEticaMente.it, editrice del corrieredellepuglie.com.

Altro in Cronaca nazionale

city toys

City toys, in cinque dovranno rispondere per concorso in truffa continuata

Antonio Catacchio1 ottobre 2016

Scuola, al via il primo giorno. Arrivederci estate…..

Daniele D'Amico12 settembre 2016

Omicidio di Corsico: l’assasinio di Iulian Razvan Laszlo

Antonio Catacchio22 giugno 2016
Antitrust

Antitrust e GdF: stop a 174 siti

Pierfrancesco Caira18 marzo 2016

Farmacie Puglia: assegnazioni nuove sedi dal 31 gennaio

Antonio Catacchio29 gennaio 2016

Trivellazioni, sì della Consulta al referendum

Vincenzo Demichele22 gennaio 2016

Primo interpello concorso sedi farmaceutiche

Antonio Catacchio13 dicembre 2015

Concorso Straordinario Farmacie Regione Puglia

Mariangela Lomastro19 ottobre 2015

Chiesa e Sinistra: quasi amici

Ricky Violante16 ottobre 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it