Libri

Il Mondo Magico dello Sciamano

Il misterioso fascino della Mongolia

Questo articolo è stato visualizzato 425 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Il Mondo Magico dello Sciamano
Francesco Tiberio

Lo Sciamano: l’uomo in senso universale, “mediatore” tra il cielo e la terra, “ponte” tra il mondo terreno e l’ultraterreno, signore della percezione e della libertà, capace di entrare in contatto con gli spiriti dell’oltre che, secondo le tradizioni delle società primitive, determinano la sorte e gli avvenimenti materiali. Ultimo testimone di un “viaggio” nel mondo interiore, coadiuvato dai ritmi sacrali della propria musica e dagli “oggetti di potere” che lo accompagnano durante la pericolosa traversata. Come nell’antica conoscenza degli sciamani toltechi narrati da Carlos Castaneda.

Dal “Grande Spirito” degli “uomini-medicina” tra i Pellerossa, all’animismo degli aborigeni, dalle gelide foreste della Siberia, ai segreti del deserto di Gobi in Mongolia, alle tradizioni nordiche, russe, europee, la ritualistica sciamanica ha sempre molti elementi in comune. E per meglio comprendere l’arcaica cultura mongola di nomadi e sciamani, ecco un libro imperdibile: “Dieci Sciamani” (La Gaia Scienza, Bari, pp 158, ill. colori) del prof. Aldo Colleoni, già console generale della Mongolia in Italia, uno dei più autorevoli studiosi internazionali delle tradizioni del popolo mongolo.

In un’istantanea vivente “scena del rito”, l’Autore parte dagli studi del famoso antropologo e pittore russo Anton Roehrich, estasiandosi alle danze dervisce, inoltrandosi nelle oscure regioni degli Altai, tra i Monaci Tibetani Bon e tra i Monasteri di Tiblisi e le veggenti caucasiche, tra gli antichi sciamani della Buriatia; partecipando ai rituali di guarigione “dell’acqua bianca” e “dell’acqua nera”; spingendosi alle periferie di Ulaanbaatar, tra le sciamane “blù”; assistendo all’apparizione dell’”aquila”, percependo lo “scudo magnetico delle forze della natura evocato con il suono dei tamburi”; all’apparizione vicino al fuoco rituale della “lupa grigia” proveniente dalla steppa; al culto del cielo di questi “eroi della presenza”, come li definiva il grande Ernesto De Martino (“Il Mondo Magico”).

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Libri

Il Brand Journalism è un'opportunità da non perdere

Il Brand Journalism per contrastare la crisi dell’editoria

Daniele D'Amico29 marzo 2017

Cento modi per morire

Sandra D'Alessandro18 marzo 2016
corto maltese

Il Segreto di Corto Maltese

Francesco Tiberio7 gennaio 2016

Il segreto dei Marò: Tony Capuozzo presenta il suo libro ad Andria

Antonella Tomaselli7 ottobre 2015
Mondadori

Rcs Libri passa a Mondadori per 127,5 milioni di euro

Daniele D'Amico5 ottobre 2015

Appuntamenti culturali: Andrea Scanzi a Bitonto

Redazione23 settembre 2015

Il libro diventa waterproof con Bibliobath

Antonella Tomaselli4 agosto 2015

Premio Pulitzer 2015, tutti i vincitori

mariaragone22 aprile 2015

Nessuno si salva da solo

Gabriella De Santis3 aprile 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it