Informatica & web

Cookie e siti web: i cambiamenti voluti dal Garante della Privacy

I gestori di siti online devono rispettare il provvedimento dell’8 maggio 2014 e chiedere ai visitatori il consenso per l’installazione di cookie

Questo articolo è stato visualizzato 1.422 volte. Leggi altri articoli di: Antonella Tomaselli.

Cookie e siti web: i cambiamenti voluti dal Garante della Privacy
Antonella Tomaselli

A decorrere dal 2 giugno i titolari di siti web sono obbligati a chiedere ai propri utenti il consenso per le attività di profilazione e di marketing che prevedono l’utilizzo di cookie. È entrato ufficialmente in vigore il Provvedimento n. 229 dell’8 maggio 2014 del Garante della Privacy in merito alla Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie.
Il Garante, lo scorso anno, aveva concesso un periodo di transizione nel corso del quale i gestori di siti online hanno potuto definire le modalità per adeguarsi alla normativa menzionata. Adesso essi sono in grado di informare adeguatamente gli utenti sulla tipologia di cookie che i siti possono rilasciare e ottenere così il loro consenso per l’installazione.

Quando consultiamo una pagina web o usufruiamo di un social network, indipendentemente dal dispositivo utilizzato, vengono lasciate delle informazioni sul browser di navigazione, i cosiddetti cookie. Ad esempio, i cookie tecnici sono utili all’utente perché quando utilizzerà un sito già consultato in precedenza, non dovrà inserire nuovamente le informazioni immesse la prima volta, pensiamo al nome utente o all’indirizzo email da digitare per accedere al nostro profilo internet banking. Invece per chi gestisce un sito web, i cookie memorizzati sono utili per migliorare il sito stesso, fornire annunci mirati a chi naviga e conoscere le modalità di utilizzo del sito da parte dei visitatori.

Nel momento in cui l’utente accede a un sito web si trova dinanzi a un banner, il quale gli fornisce la possibilità di prendere visione, tramite un link esterno, dell’informativa in questione e decidere di prestare o meno il proprio consenso all’installazione di cookie di profilazione propri o di società terze.
Il Garante della Privacy, per venire incontro ai fruitori del web, ha realizzato una pagina guida in cui spiega le differenze tra le tipologie di cookie (tecnici, di profilazione, terze parti) e illustra tramite un video le “istruzioni per l’uso” per districarsi al meglio nel sempre più ingarbugliato mondo della rete, senza ledere, per quanto sia possibile, la privacy dei singoli utenti.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Informatica & web

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it