Cronaca

Polignano a mare, ecco come le trivellazioni possono distruggere una perla dell’Adriatico

Polignano a mare, ecco come le trivellazioni possono distruggere una perla dell’Adriatico
Vincenzo Demichele

Sindaco-di-Polignano-a-Mare-Domenico-Vittodi Vincenzo Demichele
Torna l’incubo trivellazioni per la nostra regione. Il governo ha infatti dato parere favorevole all’esplorazione mediante la tecnica dell’AirGun (bombe di aria compressa sparate a più di 10 mila km orari sott’acqua) finalizzata alla ricerca di giacimenti petroliferi nelle acque pugliesi. Come anticipato da PolignanoWeb, le trivellazioni interessano il tratto di costa fra Bari e Brindisi e coinvolgono soprattutto la zona tra Polignano a Mare e Monopoli. Nonostante il parere negativo dato dalla Regione in ragione dei danni che questo tipo di prospezioni geosismiche possono provocare a flora e fauna, il governo tramite il Ministero dell’Ambiente ha deciso di procedere a oltranza e così l’8 Giugno scorso ha concesso l’autorizzazione a trivellare alla Northern Petroleum.

Le maggiori ricadute di questa scelta politica, oltre ai danni che provocherebbe all’ecosistema marino interessato, coinvolgerebbero anche le attività economiche e turistiche della zona. Non è un caso che la notizia abbia suscitato scalpore (su Facebook sono migliaia i partecipanti ad un evento che chiede di fermare le trivellazioni) dal momento che si rischia di danneggiare irreversibilmente una delle punte di diamante dell’Adriatico e delle coste pugliesi: Polignano a Mare. Recentemente premiata con la Bandiera Blu e quest’anno anche con le 5 Vele per la qualità delle acque e gli ottimi risultati conseguiti nella salvaguardia dell’ambiente, la città si avvia verso un futuro incerto.

Ma quanto sono pericolose e dannose queste esplorazioni geosismiche per l’ambiente? Nonostante ci siano ancora numerose lacune nelle ricerche scientifiche sull’argomento, in quanto richiedono degli studi a lungo termine, sono stati diffusi alcuni risultati che orientativamente possono dare un’idea delle conseguenze di queste procedure. Come riportato da RepubblicaPalermo, che denunciava gli effetti devastanti provocati dalle bombe d’aria compressa nei pressi di Pantelleria, “ci sono diversi studi, come quello pubblicato dalle maggiori associazioni ambientaliste europee intitolato “Drowning Sound”, secondo i quali gli air gun possono provocare gravi danni a mammiferi, tartarughe e invertebrati, dall’indebolimento del sistema immunitario fino alla morte.”

“E non solo questo. Anche un gruppo di ricercatori canadesi, in un’analisi condotta dal Dipartimento della Pesca del governo, ha dimostrato la correlazione tra l’esplosione da suoni di elevata potenza generati dall’air-gun condotte nel 2001 e nel 2003 dalla Repstol, compagnia petrolifera spagnola, e lo spiaggiamento di calamari giganti sulle coste, nei quali sono stati osservati danni ad organi interni.” E ci sarebbe un altro precedente che interessa proprio la nostra regione: uno studio WWF ha portato agli stessi risultati sostenendo la correlazione fra air-gun e lo spiaggiamento di decine di cetacei sulle coste pugliesi.
Le più recenti e aggiornate ricerche sui danni provocati dalle prospezioni geosismiche su flora e fauna sono raccolte negli atti di un convegno tenutosi a Londra nel Febbraio del 2014 indetto dall’agenzia UNEP (United Nations Environment Program).

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it