Arte, cultura e spettacolo

Violenza negli stadi, adesso anche d’estate…

Violenza negli stadi, adesso anche d’estate…

violenzastadidi Emanuele Saponieri
Siamo a luglio, la stagione è solo alle porte: eppure gli pseudo tifosi (e forse è già tanto definirli così) hanno già trovato occasione di mettere in mostra quello che non si vorrebbe mai  vedere. Tempo di amichevoli estive, ma probabilmente qualcuno non ha capito il significato di questa parola.

La sfida tra Bologna e Spezia era esattamente questo, un match di preparazione che in palio non aveva nulla: era utile ai calciatori delle due squadre per ‘mettere benzina nelle gambe’, ma era soprattutto un’occasione per i bambini, accompagnati dalle loro famiglie, di assistere ad un bell’incontro di calcio. Ed invece si sono ritrovati assurdamente coinvolti in una rissa fra le due tifoserie, con sangue, feriti e lancio di oggetti.
Ad uscirne sconfitti, oltre, ancora una volta, al calcio italiano, sono proprio i bambini, perché “si prova tristezza nel vedere quei bambini scappare e il campo di calcio vuoto”, come afferma il presidente del Bologna Tacopina. Episodio isolato? Macchè… Trascorrono solo un paio di giorni ed anche lo stadio di Klagenfurt, che ospitava l’incontro amichevole fra l’Udinese e i turchi del Galatasaray, conosce episodi di pura follia, questa volta da parte di qualche forsennato gruppo di ‘tifosi’ turchi.

Lancio di fumogeni e petardi sin dal fischio d’inizio, e gara interrotta dopo poco più di mezz’ora per l’assenza delle condizioni di sicurezza per proseguire. Un fenomeno ormai da troppi anni presente nel mondo del calcio quello del tifo violento, e che purtroppo non accenna a placarsi: solo nell’ultima stagione, infatti, se ne possono annoverare diversi di questi spiacevoli episodi, uno su tutti l’immediata sospensione da parte del governo greco del campionato proprio a causa dei continui scontri fra le tifoserie. Stavolta, non essendoci nulla in palio, la speranza è che sia il caldo d’estate ad aver dato alla testa a qualcuno, la realtà è che, come afferma un vecchio proverbio, “la mamma dei cretini è sempre incinta”.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Arte, cultura e spettacolo

Michele Pinto Wendie Webfest

Cinema e vino: eccellenze pugliesi al Wendie Webfest 2018 di Amburgo

Tiziana Di Gravina14 settembre 2018
Enzo Avitabile al Talos Festival

La musica dei popoli di Enzo Avitabile *Intervista*

Tiziana Di Gravina8 settembre 2018

Libri giganti sul porto di Trani con Fondazione Megamark

Tiziana Di Gravina23 agosto 2018
bgeek2018

Bgeek 2018: Il festival barese punta sempre più in alto

Francesco Tiberio13 giugno 2018
"In vino veritas"

“In vino veritas” riscopre il rapporto fra Dio, uomo e natura

Tiziana Di Gravina12 giugno 2018
Leonardo Alberto Moschetta al Bifest 2018

Leonardo Alberto Moschetta, da Andria alla “Napoli velata”

Tiziana Di Gravina1 maggio 2018
Bernardo Bertolucci

Bifest2018: la storia del cinema di Bernardo Bertolucci

Tiziana Di Gravina30 aprile 2018
Pierfrancesco Favino

Bifest 2018: Pierfrancesco Favino e l’essenza dell’attore

Tiziana Di Gravina22 aprile 2018
festival del cinema europeo

FceLecce 2018: il Miglior film è della francese Marie Garel-Weiss

Tiziana Di Gravina15 aprile 2018

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it