Basket

Europei di basket 2015: l’Italia vola agli ottavi

Europei di basket 2015: l’Italia vola agli ottavi

di Emanuele Saponieri
Il primo ostacolo è stato superato: l’Italia passa agli ottavi di finale degli Europei di pallacanestro 2015 come terza forza del suo girone. Un obiettivo minimo ma tutt’altro che semplice per gli uomini del ct Simone Pianigiani, poiché il sorteggio non è stato affatto benevolo.

Il girone e i top player
L’Italia, infatti, si è ritrovata in un girone comprendente i vice-campioni mondiali della Serbia, la sempre temibilissima Spagna, formazioni ostiche come Germania e Turchia, e l’Islanda, la meno accreditata per il passaggio del turno. Un classico “girone di ferro”, reso però tale proprio dalla presenza della nazionale, che può contare finalmente sulle tre stelle Nba Belinelli, guardia dei Sacramento Kings, Bargnani, ala grande dei Brooklyn Nets e Gallinari, ala piccola dei Denver Nuggets.

I verdetti del parquet
L’ Europeo non nasce sotto una buona stella per l’Italia, che si arrende all’esordio alla Turchia per 87-89, nonostante i 33 punti di Danilo Gallinari, al suo massimo in azzurro. La seconda partita è contro l’Islanda, una sfida da vincere ad ogni costo per continuare a coltivare speranze di qualificazione agli ottavi: la prestazione è tutt’altro che convincente, ma, nonostante alcuni black-out durante i quaranta minuti, l’Italia porta a casa il match trascinata da Alessandro Gentile, capitano dell’Olimpia Milano, che mette a referto 21 punti.
Al terzo ostacolo c’è la Spagna, una nazionale che può annoverare stelle del calibro di Rudy Fernandez, Sergio Rodriguez, Felipe Reyes, San Emeterio e, soprattutto, Pau Gasol. All’Italia serve una vera e propria impresa, ma forse la voglia di riscattare le due opache precedenti prestazioni spinge gli azzurri a giocare una prestazione mostruosa. Sugli scudi Belinelli, che riesce ad inanellare triple su triple, e Gallinari, che chiude con 29 punti; dall’altra parte uno splendido Gasol ne fa 34, ma non bastano. Il risultato finale è 105-98 per l’Italia, l’impresa è servita.

Meno di ventiquattr’ore per ricaricare le pile e c’è la sfida contro la Germania della stella Dirk Nowitzki, ala grande capace di segnare oltre ventottomila punti in Nba con la canotta dei Dallas Mavericks. Durante la gara a brillare però è Schroeder, che totalizza 29 punti, ma Gallinari prende per mano la sua nazionale e realizza il canestro del pareggio a pochi secondi dal termine: si va all’ overtime, la palla scotta tra le mani, ma gli azzurri si rivelano freddi ed implacabili. Al fischio finale il punteggio è 89-82, la Germania cade davanti al suo pubblico mentre l’Italia può festeggiare la qualificazione agli ottavi con un turno di anticipo.
L’ultimo ostacolo si chiama Serbia, e gli azzurri si giocano addirittura il primo posto nel girone, cosa sulla quale ben pochi avrebbero scommesso.
Ma Teodosic e compagni sono troppo forti per una nazionale priva, dopo il capitano Gigi Datome, anche di Marco Belinelli, tenuto precauzionalmente a riposo dal commissario tecnico per un leggero affaticamento. Il punteggio finale è 101-82 per i serbi: l’Italia deve abbandonare il sogno del primo posto nel girone ed “accontentarsi” della terza piazza, perché la Spagna batte la Germania e passa agli ottavi come seconda forza del suo raggruppamento.

Gli ottavi di finale
Adesso si fa sul serio, non c’è più possibilità di recuperare, chi perde va a casa: ci sono gli ottavi. E l’Italia dovrà vedersela con Israele, che ha superato il proprio girone in seconda posizione alle spalle dei campioni in carica della Francia. Una nazionale con qualche talento quella israeliana alla quale però l’Italia non ha nulla da invidiare, anzi. Gli azzurri hanno dimostrato di potersela giocare con chiunque, basta gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Basket

Lucio, cantautore che ha portato lo sport nelle sue canzoni

Giovanni Sgobba6 marzo 2012

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it