Informatica & web

Millennial: online due ore e mezza al giorno e preferiscono il ‘mobile’

Qual è il rapporto tra i millennial italiani e il digitale e quali sono le loro abitudini di consumo?

Questo articolo è stato visualizzato 498 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Millennial: online due ore e mezza al giorno e preferiscono il ‘mobile’
Daniele D'Amico

Dimmi come e quanto ti colleghi e ti dirò che millenial sei. L’identikit del millennial italiani

Più che sul pc (si collega solo l’8%) ‘smanetta’ sullo smartphone e ci sta oltre due ore al giorno. Per chi non lo sapesse, i millennial sono i Millennialgiovani tra i 18 e i 34 anni – insomma, quelli che a volte chiamiamo ‘nativi digitali’ – e in Italia sono 11,2 milioni.
Di questa bella massa – rivela un’indagine di Nielsen per Yahoo – la gran parte, 8,3 milioni (74%) usa internet per una media di 64 ore al mese a persona, rispetto alle 50 ore circa della popolazione tra i 18 e i 74 anni, e oltre uno su due (il 58% per la precisione) si collega a internet.
Nel giorno medio risultano online 7,2 milioni di millennials, per 2 ore e 27 minuti a persona. La maggior parte (78%) di questo tempo speso online è da dispositivi mobili, con una netta predominanza dello smartphone che – ma non serviva un sondaggio per sospettarlo – è sempre meno usato come un telefono.
Smartphone, mon amour per gli under 34 italiani, che lo tengono in mano circa 3 ore ogni giorno. Così divise: solo 22 minuti sono ‘sprecati’ in telefonate e sms; un’ora è dedicata alle app di social network e chat, 19 minuti alla navigazione web, 11 minuti ai giochi.

Il telefono, insieme al tablet, vince sul pc: nel giorno medio il 55% dei millennial online si collega solo da mobile, l’8% solo da pc. Internet, da computer o da dispositivi mobili, vince per audience sulla tv, guardata da 6,5 milioni di giovani nel giorno medio. E se il tempo trascorso davanti allo schermo del televisore è maggiore (quasi 4 ore), il 69% dei millennial accede a internet mentre guarda la tv, e l’83% fruisce dei contenuti televisivi via web.

Millenial: “Ascoltateci”

Millennial Parlano con emoticons e immagini. Video e giff animate comunicano più di mille parole. I Millennial vogliono essere intrattenuti e coinvolti in un contesto orizzontale, da pari a pari. Si informano sui social, tengono in considerazione i forum e le opinioni degli altri utenti come loro e usano in modo sinergico e contemporaneo diversi schermi e diversi device. Sono esigenti e premiano i contenuti creativi che li fanno sentire ascoltati. È ciò che si aspettano e che vogliono dal mondo virtuale, visto che quello reale sembra non aver mai preso in considerazione la loro voce.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informatica & web
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Informatica & web

fbcambridgeanalytica

Cos’è successo tra Facebook e Cambridge Analitica?

Francesco Tiberio23 marzo 2018
AndroidP

Android 9 Pistacchio: il nuovo sistema operativo di Google

Francesco Tiberio17 febbraio 2018
net-neutrality-protest

Cos’è la Net neutrality e cosa significa per l’Italia?

Francesco Tiberio18 dicembre 2017
iphone8

iPhone 8: il più costoso di tutti i tempi?

Francesco Tiberio5 settembre 2017
group

Facebook Groups va in pensione

Francesco Tiberio7 agosto 2017
Wannacry_Hacker

L’epidemia WannaCry è terminata veramente?

Francesco Tiberio17 maggio 2017
cervello

Facebook ci leggerà nel pensiero?

Francesco Tiberio22 aprile 2017
whatsapp

Whatsapp infestata dalla pubblicità?

Francesco Tiberio15 marzo 2017
fb-snap

Facebook rincorre Snapchat e nasce “Camera”

Francesco Tiberio17 febbraio 2017

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it