Cronaca

Scandalo motori truccati della Volkswagen

La compagnia chiede scusa ai suoi clienti

Questo articolo è stato visualizzato 796 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Scandalo motori truccati della Volkswagen
Francesco Tiberio

La più grande azienda automobilistica tedesca, la Volkswagen, è stata accusata di aver montato motori “truccati” su ben 482 mila automobili vendute. Così da imbrogliare i controlli sulle emissioni di scarico delle sue automobili vendute negli USA.

L’azienda accusata ha perso più di 20 punti alla borsa di Francoforte e adesso rischia una multa salatissima di ben 18 miliardi di dollari. La Volkswagen, ha riconosciuto e ammesso le sue colpe, inoltre ha chiesto scusa per aver carpito la buona fede dei suoi clienti. L’EPA (l’ente addetto ai controlli e alla protezione dell’ambiente) ha immediatamente ordinato all’azienda di ritirare le automobili manomesse. Sembra che l’imbroglio sia venuto alla luce, qualche giorno prima, per l’esattezza venerdì 18 Settembre, dopo che a Luglio l’EPA, aveva minacciato l’azienda tedesca  di non fornire più nuove licenze per le  auto da immatricolare nel 2016. Questo per costringere la Volkswagen a dichiarare su quali modelli erano stati montati i dispositivi atti a “mascherare” le pericole emissioni dei motori di scarico.

Sempre secondo l’EPA, la fabbrica avrebbe manomesso 5 modelli: Jetta, Beetle, Golf, e Passat. Un dispositivo creato ad hoc, riduceva sensibilmente le emissioni di ossido di azoto delle auto. Oltre all’inevitabile danno economico e di immagine, ora la Volkswagen, rischia anche di essere indagata dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, quindi altre sanzioni che andranno ad accumularsi con quelle già richieste dall’EPA.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca

Marilù Mastrogiovanni

Sequestro preventivo per il magazine “Il tacco d’Italia”

Tiziana Di Gravina12 dicembre 2017
caduceo

Caduceo d’Oro 2017: il Welfare negli anni della crisi

Mariangela Lomastro16 novembre 2017
arrestospada

Roberto Spada arrestato dopo l’aggressione alla troupe di Nemo

Francesco Tiberio13 novembre 2017
Valentino Lo Sito al consiglio nazionale dei giornalisti

Ordine dei Giornalisti: Losito eletto consigliere nazionale

Daniele D'Amico25 settembre 2017
sanremo

Sanremo 2017, trovato morto Piero Petrullo

Mariangela Lomastro8 febbraio 2017
magistrati-anm

Si apre l’anno giudiziario. L’Anm non ci sta e diserta

Francesco Tiberio27 gennaio 2017
natale

Natale 2016: Tra mercatini e vandalismo

Francesco Tiberio19 dicembre 2016
bolkestein

La direttiva Bolkestein e il commercio su aree pubbliche

Francesco Tiberio6 dicembre 2016
world press photo

World Press Photo: “la più importante mostra di fotogiornalismo del mondo”, a Bari, ma i giornalisti non sono graditi ospiti.

Redazione19 novembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it