Mercati & finanza

Approvato il decreto Salva Banche

Un'operazione da 3, 6 miliardi di euro

Questo articolo è stato visualizzato 900 volte. Leggi altri articoli di: Francesco Tiberio.

Approvato il decreto Salva Banche
Francesco Tiberio

Il 23 Novembre è stato approvato il decreto “Salva Banche“, un’operazione da ben 3,6 miliardi di euro. Saranno messe in sicurezza anche quattro banche “ammalate“, cioè: Carichieti, Banca Marche, Cassa di risparmio di Ferrara, Banca popolare dell’Etruria e del Lazio.

Le sopracitate banche, saranno salvate grazie allo sforzo ripartito tra azionisti, l’intero sistema bancario e i titolari di obbligazioni subordinate. Il decreto legge, approvato dal Consiglio dei Ministri, non prevede alcuna forma di finanziamento o supporto pubblico alle banche, ma in serata la Commissione europea darà il via libera all’operazione. Questa manovra ha di conseguenza evitato il “bail in“, ovvero il nuovo schema europeo che prevede che in caso di crisi bancaria siano i correntisti e gli obbligazionisti (con conti correnti superiori a centomila euro), a mettere mano al portafoglio. Quindi le banche in crisi riapriranno i battenti, e nulla cambierà per il personale e i clienti. Però cambieranno i nomi, quindi avremo: Nuova Carichieti, Nuova Banca Etruria, e così via…

Infine, con il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri le Banche italiane che non versano in condizioni di sofferenza (Unicredit, Intesa San Paolo, e Ubi), daranno i 3, 6 miliardi di euro per il salvataggio. Soldi che verranno rimborsati a tassi di mercato e con una scadenza massima di 18 mesi quando le banche ponte e i crediti spazzatura troveranno il modo di essere riabilitati e valorizzati sui mercati.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Mercati & finanza

La nuova rivoluzione industriale è già partita, e si fonda sull’analisi dei dati e sull’intelligenza artificiale

Quarta rivoluzione industriale: analisi dei dati e intelligenza artificiale

Daniele D'Amico22 marzo 2017
Settore automotive in crescita

Settore automotive in forte ripresa, a gennaio +10,1%

Daniele D'Amico16 febbraio 2017
Le banche utilizzano i social network per rafforzare la propria immagine

Banche, oltre la crisi i social network per rilanciarsi

Daniele D'Amico12 gennaio 2017
stress test

Stress test, disponibili i risultati

Mariangela Lomastro4 agosto 2016

Google, Amazon e Facebook sul podio dei Brand più influenti

Daniele D'Amico27 giugno 2016

Influencer, gli opinionisti dell’era digitale

Antonio Catacchio11 febbraio 2016

Carne lavorata o TTIP: cosa temere di più?

Ricky Violante27 novembre 2015
Uber

Wall Street apre le porte a Uber?

Daniele D'Amico3 settembre 2015
cassazione-ici

Gli istituti scolastici religiosi devono pagare l’ICI sugli immobili?

Francesco Tiberio9 agosto 2015

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it