Sport

Alimentazione e sport: gli errori da non commettere

Lo sport è fondamentale per sentirsi in forma e per far stare bene il nostro corpo. Ma bisogna stare attenti al cibo...

Questo articolo è stato visualizzato 562 volte. Leggi altri articoli di: Daniele D'Amico.

Alimentazione e sport: gli errori da non commettere
Daniele D'Amico

Il concetto di attività fisica è legato a quello di una sana alimentazione. Proprio perché si tratta di un binomio indissolubile, dunque, è bene anche ricordarsi che come è importante prestare attenzione a tavola, lo stesso impegno è richiesto quando si fa attività sportiva. In altre parole per prendersi cura di sé stessi è fondamentale fare movimento e garantire la giusta dose di energia all’organismo tramite l’alimentazione. Ma spesso non tutti se ne rendono conto e commettono degli errori, prima, durante e dopo una partita o un allenamento, dai quali è consigliabile tenersi alla larga.

Idratazione del corpo

La regola principale per non far mai mancare il giusto livello di idratazione al corpo, per iniziare, è quella di non sottovalutare la quantità di liquidi persi durante un esercizio. Evitare di bere in gara o allenamento, pertanto, è un errore diffuso e assolutamente da scongiurare: non basta bere dopo aver terminato l’attività e ritenersi abbastanza soddisfatti per essersi guadagnati il premio di una bella doccia rigenerante. Soffrire di disidratazione non solo mette a rischio le proprie performances, ma può essere pericolosa per lo stato di salute in generale. In sintesi, quindi, il primo consiglio è quello di rimanere sempre idratati, bevendo prima, durante e dopo l’attività fisica.

Energia e proteine

Un altro errore comune è quello di non prestare abbastanza attenzione alle proteine consumate. Cosa bisogna mangiare per una corretta dieta da sportivo? QualsiasiSport cosa (più o meno), l’importante è ricordarsi che le proteine dovrebbero costituire circa il 15% delle sostanze nutritive da mangiare ogni giorno. Garantiscono energia e consentono ai tessuti di ripararsi se danneggiati durante l’attività sportiva. Affidarsi a carne rossa, pesce, cereali integrali, latte o formaggio magro e fagioli, dunque, può risultare una buona regola da tenere a mente.

Non restare mai a digiuno

Prima dell’allenamento è corretto restare completamente a digiuno? Assolutamente no. Molti sportivi ritengono più utile non mangiare prima dell’attività, ma in realtà basterebbe un piccolo spuntino o un pasto leggero ad almeno due ore dalla gara per sentirsi bene anche durante lo sforzo fisico. E questo è fondamentale per mettere in corpo carburante da bruciare durante l’attività fisica.

Equilibrio coi carboidrati

SportDopo la doccia e dopo aver carburato il necessario, bisogna recuperare l’energia spesa. Senza preoccuparsi troppo ed infondatamente della linea: alcuni sportivi pensano che il momento peggiore per sedersi a tavola e mangiare sia proprio quello post-sforzo fisico. Soprattutto se si è iscritti a quel corso in palestra che promette il tanto atteso addio alle maniglie dell’amore. Eppure non è così, anzi. Meglio non farsi troppi problemi a riguardo e trovare una soluzione bilanciata, con un pasto in grado di equilibrare bene carboidrati e proteine. O persino, se comunque si preferisce non consumare un pasto intero, bere una bella tazza di cioccolato al latte, ricco di proteine, carboidrati e vitamine del gruppo B. Questa potrebbe essere una buona idea per i genitori che tornano a casa coi propri piccoli dopo la lezione di ginnastica o il calcio a 5.

La dieta esatta

In conclusione, dovendo mettere nero su bianco la dieta settimanale dello sportivo, occhio a non commettere il classico errore di bandire per sempre certi alimenti ritenuti nemici dei propri addominali o della silhouette inseguita tra un attrezzo e l’altro. È importante consumare ferro per non incorrere in stanchezza più facilmente di chi con lo sport non ha mai avuto un buon rapporto. E prevenire l’anemia, ci si dovrebbe anche assicurare che la propria dieta comprenda carne rossa, cereali, salmone, tonno. Stessa attenzione nei confronti della vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro: arance, pomodori, frutti di bosco e broccoli sono quindi indicati per chi ha uno stile di vita sportivo (o vorrebbe sentirsi tale) senza commettere gli errori più comuni e banali.

Aggiungi un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sport
Daniele D'Amico
@1danyda

Nato a Taranto il 25/04/1980, da sempre appassionato di Digital Journalism, Social Network e Digital Marketing. SEO Editor e Social Media Strategist. In costante formazione.

Altro in Sport

unitedslyfc

La United Sly presenta i programmi per la nuova stagione

Francesco Tiberio26 settembre 2017

Il Bari è più brutto del Novara

Alessandro Castagna26 ottobre 2016

Pesante stop del Bari, Stellone a rischio

Alessandro Castagna17 ottobre 2016

Bari, pareggio con qualche rimpianto

Alessandro Castagna1 ottobre 2016

Bari, promosso il turn-over

Alessandro Castagna21 settembre 2016

Super Pippo!

Alessandro Castagna17 settembre 2016

Champions League al via, Buffon miglior portiere su Twitter

Daniele D'Amico13 settembre 2016

Il Bari non va oltre il pari

Alessandro Castagna11 settembre 2016

Il Bari semina nel secondo tempo e raccoglie nel finale, al Curi è 0-1

Alessandro Castagna4 settembre 2016

Il primo magazine online di informazione regionale, nazionale ed estera, libero ed indipendente.

Testata registrata n. 1093/2011, reg. 16, Tribunale di Bari.

Direttore responsabile: Antonio Cesare Catacchio

Invia articoli

© 2009-2016 Il corriere delle Puglie - Edito da Associazione InformAEticamente - http://www.informaeticamente.it